fbpx

Migranti: centro di accoglienza di Nicotera a rischio chiusura, 25 lavoratori a rischio licenziamento

protesta migranti

Migranti: per i 25 operatori che dal 2017 lavorano nel Centro di accoglienza straordinario di Nicotera, allestito nell’ex hotel Miragolfo, è in arrivo la lettera di licenziamento

E’ a rischio chiusura il Centro di accoglienza straordinario di Nicotera, allestito nell’ex hotel Miragolfo. Il bando che permetteva all’associazione “Acuarinto” la gestione del Cas che ospita 88 migranti, è ormai scaduto ed i 25 lavoratori rischiano il licenziamento. Alcuni giorni fa c’è stata una protesta davanti la Prefettura di Vibo Valentia. Il prefetto vicario ha spiegato che una nuova gara è stata vinta da una cooperativa diversa. “Prima di mandarli a casa e ricollocare i migranti in un’altra struttura”, ha affermato pochi giorni fa Fortunato Lo Papa, segretario generale della Fisascat Cisl, promotrice del sit-in, “chiediamo al massimo rappresentante del governo di temporeggiare fino al 20 maggio, data in cui il Tar dovrebbe pronunciarsi sul ricorso presentato dall’associazione culturale. Se la sentenza sarà sfavorevole a noi, ce ne faremo una ragione e chiuderemo i battenti”.