Gelmini in visita alle baracche di Messina: “Cancelliamo questa vergogna, il Governo dichiari lo stato d’emergenza per le baraccopoli” [FOTO]

  • Foto di Nazario Nulli
    Foto di Nazario Nulli
  • Foto di Nazario Nulli
    Foto di Nazario Nulli
  • Foto di Nazario Nulli
    Foto di Nazario Nulli
  • Foto di Nazario Nulli
    Foto di Nazario Nulli
  • Foto di Nazario Nulli
    Foto di Nazario Nulli
  • Foto di Nazario Nulli
    Foto di Nazario Nulli
  • Foto di Nazario Nulli
    Foto di Nazario Nulli
  • Foto di Nazario Nulli
    Foto di Nazario Nulli
  • Foto di Nazario Nulli
    Foto di Nazario Nulli
  • Foto di Nazario Nulli
    Foto di Nazario Nulli
  • Foto di Nazario Nulli
    Foto di Nazario Nulli
/

Mariastella Gelmini a Messina: “Inaccettabile che nel 2020 ottomila persone vivano nelle baracche”

“In Parlamento stiamo preparando – grazie all’interessamento di Matilde Siracusano, di Stefania Prestigiacomo e di tutti i nostri parlamentari – una proposta di legge affinché il governo dichiari lo stato di emergenza, stanzi le risorse e consenta di risolvere l’assurda situazione delle baraccopoli a Messina: un’emergenza sociale, ambientale e sanitaria”.

Così il capogruppo alla Camera dei deputati di Forza Italia Mariastella Gelmini, oggi a Messina con una delegazione del movimento azzurro per visitare la baraccopoli della città dello stretto.

“Siamo qui – ha aggiunto – con tutti i colleghi siciliani di Forza Italia per ribadire il nostro impegno in Parlamento e per favorire la soluzione di questo annoso problema. Siamo qui non per fare una denuncia o per fare propaganda. Ci interessa dare il nostro contributo affinché dopo l’impegno della Regione – che ha già dichiarato lo stato di emergenza e ha stanziato 50 milioni di euro – anche il governo si muova”.

La parola Sud è stata completamente abolita dall’agenda di governo. Non pensiamo – ha concluso Gelmini – che i problemi del Mezzogiorno si risolvano con il reddito di cittadinanza, pensiamo invece che vadano affrontati i singoli specifici problemi. E certamente il fatto che ottomila persone vivano in baraccopoli nel 2020 non è assolutamente accettabile. Non possiamo fare una questione di competenza, ciascuno deve fare la propria parte”. Stamani, il Vicesindaco Salvatore Mondello ha ricevuto a Palazzo Zanca la delegazione di parlamentari composta Maria Stella Gelmini, Matilde Siracusano, Stefania Prestigiacomo, Nino Germanà, Francesco Scoma. Nel corso dell’incontro nell’affrontare il tema del risanamento baracche la rappresentanza del Governo nazionale si è fatta carico del problema dando seguito a quanto già prodotto dall’Amministrazione De Luca sia sotto il profilo amministrativo che operativo. A seguire il Vicesindaco Mondello insieme al presidente di A.RIS.ME Marcello Scurria ha accompagnato la delegazione nelle aree interessate al fine di verificare di persona le condizioni di degrado e di disagio abitativo in cui versano innumerevoli nuclei familiari ormai da decenni, presso i villaggi di Camaro San Paolo e di Fondo Fucile, incontrando i cittadini e visitando le casette.

Ringrazio la mia capogruppo e il mio partito che hanno preso a cuore la vicenda delle baraccopoli della mia città”, ha affermato la deputata messinese di Forza Italia Matilde Siracusano. “Non è più il momento dei rinvii. L’azione legislativa per risolvere questo scempio deve essere rapida ed efficace. Noi stiamo lavorando ad una legge speciale e facciamo un appello anche a tutte le altre forze politiche: serve la partecipazione di tutti per superare una volta per tutte questo storico problema”.

“Vanno aiutate concretamente le donne, gli uomini e i bambini di Messina che vivono in questa inaccettabile situazione”, ha detto la deputata siciliana azzurra Stefania Prestigiacomo. “Forza Italia sarà in prima linea per risolvere l’emergenza delle baraccopoli in questa splendida città. Il governo si dia una svegliata e invece di litigare su tutto affronti la cruda realtà del Paese reale”.

Per Nino Germanà, deputato di Forza Italia della provincia di Messina, “la tredicesima città d’Italia per numero di abitanti non può, ancora nel 2020, avere a che fare con circostanze limite come quelle delle baraccopoli. Questa è una vera e propria emergenza, va trattata come tale e va risolta nel più breve tempo possibile. Forza Italia è pronta a dare il suo determinato contributo”.

La Sicilia non è la periferia d’Italia, non possiamo accettare che in una città come Messina ci sia ancora una vera e propria favelas, con realtà davvero insostenibili”, ha affermato il deputato siciliano di Forza Italia Francesco Scoma. “Oggi siamo qui per esprimere vicinanza alla popolazione messinese coinvolta, ma da domani riprenderà, incessante, il nostro impegno parlamentare per superare definitivamente questa emergenza”, ha concluso.

 

 


Segui StrettoWeb su Instagram

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE