Collegamenti nello Stretto insufficienti, gli aliscafi tra Messina e Reggio Calabria non bastano a garantire la continuità territoriale. Scatta l’interrogazione a Roma

aliscafo blu jet messina

Collegamenti nello Stretto di Messina, il deputato pentastellato D’Uva interroga il ministro delle Infrastrutture e Trasporti

“Il servizio di collegamento dei mezzi veloci tra la Sicilia e la Calabria non è sufficiente. Le corse giornaliere, specialmente nel weekend e nei giorni festivi, sono in numero inadeguato e non garantiscono l’effettiva continuità territoriale nell’Area dello Stretto di Messina”.

A dirlo è il PortaVoce del MoVimento 5 Stelle Francesco D’Uva che ha presentato un’interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Il servizio di collegamento tra le due sponde dello Stretto – spiega D’Uva – presenta un programma che non è idoneo a garantire ai cittadini un trasporto continuo e veloce, in particolar modo nei weekend e nei giorni festivi quando, in entrambe le direzioni, sono previste solo 6 corse con partenza non prima delle 8. Le ultime corse di sabato e domenica, fissate alle ore 17.00 da Messina e alle ore 17.40 da Reggio Calabria, non permettono ai cittadini di spostarsi nelle ore serali né di programmare con facilità eventuali viaggi, di lavoro o altro, nei weekend”.

Nella sua interrogazione il pentastellato si sofferma anche sulla programmazione, insufficiente, dei giorni feriali specificando che il servizio di continuità territoriale non garantisce neanche una corsa ogni ora e l’ultima partenza da Messina è prevista alle 21.

“E’ necessario – sottolinea D’Uva – che vi sia una migliore programmazione anche per ciò che concerne i collegamenti con l’aeroporto di Reggio Calabria. La prima corsa Messina-Reggio Calabria delle ore 5.55, ad esempio, non consente di raggiungere il volo per Roma con partenza alle 6.50. Sono certo che il Ministro saprà prendersi carico di una questione così importante per i cittadini di Messina e Reggio Calabria”.