fbpx

Catanzaro-Reggina, altra beffa per i tifosi amaranto: il comunicato del club giallorosso

tifosi reggina

Doppia beffa per i tifosi amaranto in occasione di Catanzaro-Reggina: un nuovo comunicato vieta la trasferta a tutti i residenti in provincia di Reggio Calabria

Una nuova limitazione per i tifosi amaranto si aggiunge a quella precedentemente comunicata dall’ONMS. In occasione di Catanzaro-Reggina, per l’acquisto di un biglietto nel settore ospiti, come noto da tempo, è necessario il possesso della tessera del tifoso. Dal comunicato diramato però oggi dal club giallorosso si legge che la tessera di fidelizzazione rilasciata dalla società reggina dovrà avere una data di emissione antecedente a quella del 14 febbraio 2020.

A differenza quindi di ciò che è avvenuto nella gara d’andata, in cui a Catanzaro si facevano le file per l’emissione della tessera fino alla vigilia del match, a Reggio questo non potrà accadere e andrà a penalizzare i tifosi comuni, ovviamente disinteressati alla protesta organizzata dagli ultras.

Ecco la nota ufficiale: “Si ricorda che, all’atto dell’acquisto, ed all’entrata nel settore, bisognerà presentare un documento d’identità valido (anche per i minori). Si avvisa, inoltre, che, secondo quanto indicato dalla Determinazione n. 8/2020, del 12/02/2020 del Ministero dell’Interno – Dipartimento Pubblica Sicurezza, per la gara in oggetto, tutti i soggetti residenti nella provincia di Reggio Calabria, per poter acquistare il biglietto, unicamente per il Settore Ospiti dello stadio “N. Ceravolo”, sono obbligati ad essere in possesso esclusivamente della tessera di fidelizzazione rilasciata dalla società URBS Reggina 1914, emessa con data antecedente a quella del 14/02/2020”.