Il Campobasso & Manzoni Quartet in concerto a Messina

Il Campobasso & Manzoni Quartet in c0ncerto al Palacultura di Messina

Domani, sabato 15 febbraio 2020, il Campobasso & Manzoni Quartet si esibirà in concerto a Messina, alle ore 18, presso il Palacultura Antonello.

Il concerto è organizzato dall’Accademia Filarmonica di Messina e promosso dal CIDIM (Comitato Nazionale Italiano Musica), nell’ambito del progetto Circolazione musicale in Italia che gode del contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per lo Spettacolo.

Il Campobasso & Manzoni Quartet è composto da Mauro Manzoni (sassofono tenore, soprano, flauti, live electronics), Mauro Campobasso (chitarra elettrica e acustica, basso elettrico, live electronics), Gaia Mattiuzzi (voce, live electronics) e Walter Paoli (batteria, live electronics).

Il titolo del progetto multimediale che verrà portato in scena nelle due serate è “Satyricon”, che può essere interpretato come simbolo di tutta l’opera del Maestro Federico Fellini. Campobasso e Manzoni, musicisti di jazz contemporaneo, appassionati e cultori di cinema da sempre, sono stati autori negli ultimi quindici anni di spettacoli multimediali raffinati e complessi, dedicati al cinema di Kubrick, Lynch, Hitchcock, Chaplin e Leone; questa volta decidono di esplorare il mondo visionario e onirico del grande maestro riminese. Federico Fellini verrà raccontato attraverso una nuova musica e personali rielaborazioni della musica di Rota; una musica, non solo necessariamente scritta per il cinema di Fellini, ma tratta anche da altre opere del maestro milanese, in un puro, unico ed appassionato meta-testo musicale e cinematografico. Un tessuto nel quale s’inseriscono come protagonisti attivi due comprimari d’altissimo profilo artistico, come Gaia Mattiuzzi e Walter Paoli, rispettivamente, voce e batteria, alle prese come i due leader, con i propri devices elettronici interpolati agli strumenti acustici. Come spesso accade negli spettacoli multimediali di Campobasso e Manzoni, le immagini sono connesse tra loro in un flusso di montaggio che attraverso una serie di strategie narrative, fonde in un unico film.

“Siamo orgogliosi – spiega Lucio Fumo, presidente del CIDIM – di presenterà a Messina questo grande spettacolo che mescola sapientemente musica e cinema e che grazie alla bravura degli interpreti permetterà agli spettatori di vivere un’esperienza, un happening, non un semplice concerto”.