Area dello Stretto, Eduardo Lamberti-Castronuovo: “cosa dobbiamo conurbare oggi tra Reggio e Messina? Il niente col niente?”

Area dello Stretto, intervista al dott. Eduardo Lamberti-Castronuovo: il dibattito si accende dopo la proposta dei professori Perna e Castrizio. L’opinione del noto esponente reggino

Il dott. Eduardo Lamberti-Castronuovo “la tocca piano”, come si usa dire oggi per riferirsi a una persona che commenta qualcosa senza mezzi termini e con sarcasmo. Fresco dei suoi 70 anni festeggiati pochi giorni fa, il noto esponente politico e punto di riferimento socio-culturale della città di Reggio Calabria – ai microfoni di StrettoWeb – è durissimo sulla situazione della città e sulla recentissima proposta di indire un referendum per una fantomatica “Regione dello Stretto”. Lamberti si dice favorevole all’idea della conurbazione e dell’area metropolitana, ma pone dei quesiti che riportano tutti con i piedi per terra innanzitutto sotto il profilo legislativo e costituzionale, poi soprattutto sotto l’aspetto socio-culturale. Il concetto di fondo è: “prima facciamola, nei fatti, l’Area Metropolitana con trasporti integrati, veloci ed economici, con eventi culturali integrati. E poi pensiamo alle formalità amministrative“.

Di seguito l’intervista:

Area Metropolitana dello Stretto, intervista a Eduardo Lamberti-Castronuovo: “è un grande sogno, ma è meglio stare con i piedi per terra” [VIDEO]

Area dello Stretto, il vice sindaco di Messina stronca il Referendum dei reggini chiacchieroni: “a Messina non ne sappiamo nulla e non ci interessa, è una proposta surreale. Piuttosto, pensiamo ai trasporti ma lavoreremo con la nuova amministrazione dopo le elezioni reggine” [INTERVISTA]

Per l’Area Metropolitana dello Stretto non serve il Referendum: l’unica soluzione è il Ponte e l’Alta Velocità. Tutto passa dai Trasporti


Segui StrettoWeb su Instagram

Valuta questo articolo

Rating: 4.5/5. From 4 votes.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE