fbpx

Agrigento: Procura sequestra Scala dei Turchi, ‘visitatori in pericolo di vita’/Adnkronos (3)

(Adnkronos) –

Per l’assessore all’Ambiente della Sicilia, Toto Cordaro “la decisione della Procura della Repubblica di Agrigento pone fine alla annosa controversia tra il Comune di Realmonte e il presunto proprietario della Scala dei Turchi, bene naturale che da tempo la Regione ha sottoposto a vincolo paesaggistico”. “Adesso – continua – ci sono tutte le condizioni per elaborare e finanziare un progetto di tutela e, al tempo stesso, regolamentare la fruizione di uno dei tratti di costa più suggestivi dell’Isola, coniugando il diritto del visitatore con la conseguente esigenza della salvaguardia dell’area”.
“La riservatezza che imponeva l’indagine della magistratura in corso – dice ancora Cordaro – ha suggerito al governo regionale di non replicare alle provocatorie dichiarazioni di chi, spesso, più che badare agli interessi generali, sembra salvaguardare solo i propri”. Nelle scorse settimane, a Palazzo Orleans, il presidente della Regione Nello Musumeci aveva già incontrato i rappresentanti locali e i tecnici per delineare un percorso virtuoso con l’obiettivo finale dell’apposizione del vincolo sulla spiaggia, ma anche per l’adozione di tutte le iniziative utili a proteggere la scogliera di marna bianca. “La strada intrapresa da tempo dal governo regionale – conclude Toto Cordaro – è stata chiara fin dall’inizio: la tutela del bene è prioritaria rispetto ad ogni altra cosa. Il provvedimento della magistratura smentisce le ricostruzioni fantasiose e le indiscrezioni infondate che si sono susseguite negli ultimi mesi. Adesso dobbiamo accelerare sul percorso già stabilito”.
Soddisfatto anche Claudio Lombardo, presidente dell’associazione Mareamico di Agrigento, che da anni denuncia la situazione della Scala dei Turchi. “Ancora una volta la magistratura è arrivata prima della politica”, dice all’Adnkronos. “Speriamo che adesso di regolamenti l’utilizzo della Scala dei turchi, così come merita”.