194 migranti della Sea Watch sbarcheranno a Messina. Musumeci non ci sta: “quarantena a bordo o nave vada altrove, fuori dalla Sicilia”

Nello Musumeci

Messina è stata individuata come porto sicuro per la nave Sea Watch, con 194 migranti soccorsi nei giorni scorsi al largo della Libia. L’ira di Musumeci: “Quarantena indispensabile. Se le autorità ritengono che la nave non lo consenta, si interloquisca con le autorità competenti e si diriga in altri porti”

Per lo sbarco della Sea Watch, con a bordo 194 migranti, il Viminale ha indicato il porto sicuro di Messina.
Lo rende noto, sui social, l’equipaggio della nave che da giorni è in acque internazionali in attesa dall’autorizzazione a sbarcare. Tutte le persone a bordo sono state salvate in acque libiche.

“La Sea Watch vada in un altro porto”

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, appresa la notizia dell’assegnazione del porto sicuro e vista l’emergenza coronavirus, lancia un monito al Presidente del Consiglio Conte: “Faccio appello al presidente Conte: dal governo regionale siciliano è arrivato finora un responsabile atteggiamento rispetto alla gestione unitaria di questa emergenza. Ma serve reciprocità. Avevo chiesto ieri e ribadisco oggi: in un contesto di allarme come quello attuale, suona come una sfida al popolo siciliano pensare di fare sbarcare altri 194 migranti in Sicilia. Una quarantena a bordo è indispensabile o, se le autorità ritengono che la nave non lo consenta, si interloquisca con le autorità competenti e si diriga in altri porti”- ha dichiarato il governatore siciliano.