fbpx

Trapani: donna uccisa a Mazara, Cgil ‘lasciata sola’

Palermo, 30 gen. (Adnkronos) – “L’ennesimo femminicidio che si poteva evitare e che chiama in causa tutti”. Così Elvira Morana e Antonella Granello, responsabili per le politiche di genere per la Cgil Sicilia e per la Cgil di Trapani, commentano l’omicidio di Rosalia Garofalo, la donna di 52 anni, uccisa dal marito nella sua abitazione di Mazara del Vallo.
Le due esponenti della Cgil rilevano “la solitudine della donna, che non ha ricevuto sostegno e che ha ritirato le denunce non certo perché aveva perdonato i maltrattamenti. Le difficoltà delle donne – proseguono – si scontrano ancora una volta, e in questo caso drammaticamente, contro la mancata corretta diffusione e informazione sulle reti territoriali antiviolenza che operano con grandissima difficoltà a sostegno delle donne. Ecco perché gli obiettivi e le azioni della prevenzione, protezione, punizione del piano contro la violenza devono trovare concreta attuazione”.