Regionali, Berlusconi: “Frasi sessiste? La realtà dei ruoli smentisce ogni polemica. Se vinceremo in Calabria ed Emilia Romagna, avremo tre governatori donne”

berlusconi Valerio Portelli/LaPresse

Berlusconi: “Possiamo anche scherzare quando ci vengono addossate delle colpe sul modo in cui consideriamo le donne”. Gelmini: “Con le elezioni in Calabria ed Emilia-Romagna diamo il benservito al governo Conte”

“Penso che Borgonzoni ce la farà. Io sono felice che sia una donna. Sono sicuro che sarà un governatore capace di cambiare. Abbiamo messo nelle nostre liste persone molto capaci. Sceglierà anche personaggi al di fuori dalla politica“. Lo ha detto Silvio Berlusconi, intervenendo prima del comizio di chiusura della campagna elettorale emiliano-romagnola. “Se vinceremo in Calabria ed Emilia Romagna, avremo tre governatori donne del centrodestra, sempre poche. Noi siamo sempre stati per le pari opportunità. Abbiamo come centrodestra l’unico leader politico donna Giorgia Meloni, molto brava. Per quanto riguarda Forza Italia, la seconda carica dello Stato e’ di una donna, una donna vice presidente della Camera e due donne presidenti dei gruppi parlamentari. Credo che possiamo anche scherzare quando ci vengono addossate delle colpe sul modo in cui consideriamo le donne, perchè la realtà vera è lì a smentire tutto questo“, ha poi aggiunto il leader di Forza Italia, con riferimento alle polemiche suscitate alle sue dichiarazioni su Jole Santelli.

Regionali, Gelmini: “In Calabria ed Emilia Romagna pronti a voltare pagina”

Con le elezioni regionali in Calabria ed Emilia-Romagna abbiamo la possibilità di dare il benservito al governo Conte e restituire al Paese un futuro degno di questo nome“- lo afferma il capogruppo di Forza Italia alla Camera dei Deputati, Mariastella Gelmini. “L’Emilia-Romagna, dopo anni e anni di sinistra e’ ormai una Regione contendibile: fino a poco tempo fa sarebbe stata una partita persa e invece ora il centrodestra, con Lucia Borgonzoni, puo’ farcela. Poi c’e’ la Calabria che, con la nostra Jole Santelli – continua la parlamentare – ha la possibilita’ di voltare pagina e diventare simbolo del riscatto del Mezzogiorno, spesso dimenticato da questo esecutivo. In bocca al lupo a queste due donne di valore, pronte a guidare due importanti Regioni. Il voto di domenica 26 gennaio rappresenta un’opportunita’ anche a livello nazionale: con una vittoria del centrodestra, tenere in piedi un governo basato su un’alleanza Pd-M5s-Iv-Leu, bocciata dalla maggioranza degli italiani, sarebbe una sconfitta per la democrazia. Noi non faremo sconti – conclude Gelmini – la nostra priorita’ e’ mandare a casa Conte, Di Maio, Renzi e compagni il prima possibile”.