fbpx

Reggio Calabria, Pasquale Imbalzano: “sulle manutenzioni l’amministrazione Falcomatà è indolente” [FOTO]

/

Reggio Calabria, Pasquale Imbalzano: “sulle manutenzioni l’amministrazione Falcomatà è indolente mentre la città continua ad affondare”

Una situazione endemica riguarda la passeggiata a mare della città che è stata divelta a causa delle intemperie climatiche, ma che versa in condizione drammatiche a causa dei mancati interventi di manutenzione da parte dell’amministrazione comunale che continua ad essere assente sulle questioni e sulle problematiche inerenti Reggio Calabria.E’ una situazione critica – dichiara l’avv. Pasquale Imbalzano consigliere comunale di centro/destra – quella in cui versa il salotto buono della città dello Stretto. Nonostante, più volte, sia stata dichiarata da parte dell’amministrazione comunale l’immediata disponibilità di risorse per l’effettuazione degli interventi di manutenzione sulla pavimentazione, in realtà non solo gli stessi non sono stati realizzati, ma lo stato in cui si trova il lungomare è di totale abbandono. Invece, poichè il lungomare rappresenta il primo luogo da visitare per coloro che arrivano in città, ma anche per l’accesso da parte degli stessi reggini, dovrebbe essere curato con il ripristino della pavimentazione, ma anche di tutti gli altri interventi necessari a garantirne il decoro e la fruibilità“. L’amministrazione comunale non ha impiegato le risorse provenienti da Patti per il sud, decreto Reggio e Fondi europei. “La città è abbandonata a se stessa – prosegue il consigliere comunale – senza che nessuno degli amministratori senta, parli e comprenda la complessa gravità dei problemi. A questo autentico disastro, si aggiungono inoltre, le pessime condizioni dell’unica pista ciclabile presente in città, che dal lungomare si snoda sino alla zona sud. La pista è stata inaugurata solo pochi anni fa ma presenta già condizioni critiche lungo buona parte del percorso con le barriere che la dovrebbero custodire, letteralmente divelte, dall’azione violenta dei soliti incivili e con buona parte del percorso di fatto impraticabile per i tanti amanti della bicicletta”.