fbpx

Reggio Calabria: giovani artisti a Palazzo Campanella

/

Reggio Calabria, successo di pubblico per la mostra “L’Arte: Magia e Sensazioni”

Un buon successo di pubblico e di critica sta riscuotendo la mostra di pittura e scultura in corso a Palazzo Campanella, prestigiosa sede del Consiglio Regionale della Calabria, e che rimarrà aperta sino al 31 gennaio.
Un team di giovani artisti, che in assonanza con le loro diversità artistiche si son dati il nome di “Correnti dello Stretto”, ha colto al volo la possibilità di poter iniziare il nuovo anno con l’esposizione nella sala “il Transatlantico” di Palazzo Campanella della mostra L’Arte: Magia e Sensazioni

Questi giovani affascinati dalla parola “arte”, che racchiude un intero universo ed a cui sono stati dati le più diversificate accezioni, se ne sono innamorati spinti da forti e convinte motivazioni.

Essi, accomunati in questo amore profondo per l’arte, condividono le sensazioni e le emozioni che conducono verso scelte artistiche e le vivono giornalmente e costantemente nella comune frequentazione, quali studenti, dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria.

Per loro l’arte, oltre che conoscenza culturale e gesto istintivo, è unione, forza, determinazione, rischio, apertura verso l’immensità che vi è dentro ciascuno di noi: è la scoperta del mondo e degli altri attraverso gli occhi del cuore.
Hanno età, storie ed esperienze differenti, ma l’Arte è quella meravigliosa Armonia che li ha uniti nello stesso percorso rendendo la crescita di ognuno di loro anche quella dell’altro.
La loro gioventù, in ogni senso, è anche la forza della continua ricerca verso ciò che per loro è il modo di esprimere il loro sentire, il modo di raffrontarsi con il mondo che li circonda, il modo di trovare la loro vera essenza artistica. Un gruppo che, accettando questa sfida di esporsi, si è voluto mettere in gioco conscio che al pubblico offrono un momento, ancora formativo, del loro percorso improntato alla
ricerca del loro vero essere artistico.
E questa loro forza interiore è quella che li spinge ad affrontare le sfide con la consapevolezza delle proprie capacità e del proprio talento.
Visionando le loro opere si colgono nell’immediatezza i diversi stili ed il loro personale modo di proporsi all’osservatore: si notano dipinti che richiamano un modo astratto di interpretare l’arte, altri si richiamano all’impressionismo ed all’espressionismo e taluni anche ad un rigoroso figurativismo.
In tutte le opere si coglie la capacità dell’autore di trasmettere con il colore e la pennellata la forza interiore e le emozioni che vive mentre dipinge.

E’ evidente anche la loro “gioventù” artistica che però fa intravedere il forte desiderio di voler dare sfogo al proprio talento e traspare quasi con forza dai loro quadri l’impegno ed il desiderio di apprendere sempre di più per poter percorrere il difficile percorso artistico che si sono preposti.
Un momento di grande interesse è stata la conversazione che i giovani artisti hanno avuto, giorni fa, con i proff. Paolina Giansiracusa e Giuseppe Cipolla, docenti dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, confrontandosi sugli insegnamenti che la Storia dell’Arte da ai giovani Artisti e sulla necessità che per dare un senso al loro percorso artistico bisogna avere come presupposto l’umiltà di imparare, la tenacia del sacrificio ed il credere nelle loro capacità.
Un confronto dal quale è emersa la voglia dei giovani di arrivare, la loro fame del successo da raggiungere con lo studio e l’abnegazione.
Un gruppo di giovani artisti che vuole scolpire i propri sogni dipingendoli con l’oro della loro gioventù e l’argento dei loro capelli, quando arriveranno al tramonto della loro vita.
Questi giovani sono: Francescasilvia Barbaro, Melania Barbera, Mjriam Daniela Caruso, Roberta De Cicco, Federica Tindara Di Falco, Alberta Dito, Elisa Ferrara, Cristina Giarmoleo, Jasmine Iannì, Natalia Malara, Valentina Minniti, Ambra Miscerù, Marco Scarcella, Carmelo Ventura, Miriam Arconte.
Il loro motto potrebbe essere: Una vita con l’Arte, una vita per l’Arte.