fbpx

Reggio Calabria, si dimette l’ad di “Castore” Giuseppe Quattrone: la raccolta dei rifiuti resta all’Avr dopo l’ennesimo pasticcio del Comune”

Reggio Calabria: nuova tegola per Falcomatà e l’Amministrazione Comunale

Altro che “soluzione immediata”: mentre il Sindaco Falcomatà continua a pubblicare su facebook annunci di fantasia, la spazzatura si accumula portone per portone in tutti i quartieri. Addirittura in alcuni è da oltre 2 mesi che non passa nessuno a svuotare i mastelli, e c’è chi ha ancora il coraggio di parlare di “lordazzi” per un’emergenza rifiuti provocata esclusivamente dalla negligenza e dall’inadeguatezza della politica che governa la città.

Adesso una nuova tegola per Falcomatà e l’Amministrazione Comunale, già svuotati dalla diaspora di consiglieri, delegati e collaboratori che sono passati con il Centro/Destra per le elezioni Regionali e dei tanti altri che sono in procinto di farlo in vista di quelle comunali. Si è infatti dimesso l’amministratore delegato della società in house “Castore”, Giuseppe Quattrone. La società voluta da Falcomatà a cui il Sindaco aveva deciso, tra mille polemiche, di affidare la raccolta dei rifiuti, convinto che fosse l’Avr a non saperla gestire nel modo migliore.

Ma nessuno potrebbe garantire la pulizia della città con questo balordo metodo di “porta a porta”, a maggior ragione se la società (l’Avr, in questo caso) non riceve dal Comune i dovuti pagamenti e quindi ha difficoltà ad utilizzare i mezzi e retribuire i netturbini. L’internalizzazione del servizio avrebbe soltanto potuto peggiorare le cose: evidentemente consapevole di questo, Quattrone ha avuto la dignità di farsi da parte. E intanto il Comune ha formalizzato una proroga di tre mesi (fino al 31 marzo) per l’Avr, che continuerà quindi a gestire la raccolta dei rifiuti in città.

Quattrone era da solo alla guida di “Castore”, e probabilmente si sentiva abbandonato dall’Amministrazione che non aveva nominato neanche i componenti del Consiglio di Amministrazione. Sono ulteriori serie problematiche di natura amministrativa per il Sindaco Falcomatà che, è doveroso ricordarlo, si trova al timone della città da 5 anni e 3 mesi.