fbpx

Pd: Zingaretti gioca d’anticipo, dopo regionali ‘sciolgo partito e cambio tutto’/Adnkronos (2)

(Adnkronos) – L’idea di soggetto aperto non è nuova per Zingaretti. La stessa ‘Piazza Grande’ ai tempi della candidatura a segretario nel congresso Pd aveva quell’impronta. Dice Zingaretti a Repubblica: “Non dobbiamo essere pigri: io ho scommesso tutto su unità e apertura. Ho vinto il congresso dell’anno scorso nello spirito di ‘Piazza Grande’, lontano dagli schemini politici e vicino alle persone, nel nome dell’apertura e dell’allargamento, del noi e non dell’io, di una politica ragionata e non urlata (…) ora dobbiamo portare fino in fondo quel processo di cambiamento”.
Lo ribadisce anche il vicesegretario Andrea Orlando: “E’ da tempo che sosteniamo che a fronte di una fase nuova è necessario ragionare su come rifondare il partito e questo diventa ancora più urgente nel momento in cui nella società si manifestano movimenti che vanno interpretati e ai quali bisogna dare una risposta”.
I dem non dicono di no. Con qualche appunto. “Poco più di un anno fa -scrive Matteo Orfini su Fb- proposi di sciogliere e rifondare il Pd”, ora lo propone Zingaretti ma “non sia solo fuffa, c’è bisogno di chiarezza su alcuni punti”. Ed ancora Andrea Marcucci che spinge sul profilo riformista del Pd: “La proposta di Zingaretti di fare un congresso entro il 2020 mi convince. L’importante è che sia una consultazione vera: di idee, di proposte ma anche di persone. L’altra avvertenza è che non venga messa in discussione la matrice riformista del partito, operazioni nostalgia non devono essere contemplate”.