fbpx

Palermo: morì per ascesso dentale malcurato, nove medici rischiano il processo (3)

(Adnkronos) – Il pm, nella richiesta di rinvio a giudizio, parla di “mancato doveroso approfondimento diagnostico mediante tomografia assiale computerizzata collo-torace”, di “mancata corretta e tempestiva diagnosi, nel mancato trattamento mediante drenaggio chirurgico dell’ascesso al collo” e “mancata tempestiva somministrazione di un congruo trattamento antibiotico, che cagionavano il decesso di Pace” avvenuto all’Ospedale Civico di Palermo, dove era stato successivamente trasferito.
“Ci prepariamo ad affrontare questo processo che sarà una dura controversia con le parti”, dice ancora Gianluca Pace. Che aggiunge: “Voglio giustizia per questa morte assurda”. “Io ho fiducia nella giustizia, ma non posso accettare che mio fratello sia morto per un ascesso. E se qualcuno ha sbagliato, deve pagare. Mio fratello ha lasciato un vuoto incolmabile in tutti noi, a partire dal figlio che oggi ha 17 anni”.
Tempo fa la madre di Massimiliano Pace, Caterina Rita Pellegrino, aveva scritto una lettera aperta, in cui scriveva: “Per una mamma i figli sono gioielli rari. Come può festeggiare il Natale un adolescente di 15 anni privato dal padre? Così come può rassegnarsi un fratello, una compagna ed una madre di 80 anni? Sono una morta che cammina. Il mio Massimiliano aveva 48 anni onesto, altruista e soprattutto un padre esemplare”. Adesso arriva la richiesta di rinvio a giudizio.