fbpx

Milano: è morto il disabile annegato in piscina (2)

(Adnkronos) – Il ragazzo, orfano di padre e madre, si chiamava Davide Duma, ed era affidato alla micro-comunità per disabili ‘Le chiavi di casa’ della cooperativa onlus Azione Solidale. Residente a Milano, Davide era alla piscina comunale del quartiere San Siro per il corso di nuoto settimanale che la comunità aveva organizzato per lui e altri dieci ragazzi. La sua disabilità psicomotoria – era affetto dalla rara sindrome Cornelia de Lange – ha reso probabilmente più complicato il salvataggio: inciampato o arrivato per sbaglio nuotando in un punto dove non toccava il fondo, il 32enne ha fatto fatica a risalire in superficie ed è andato in arresto cardiaco. L’istruttore del corso è intervenuto subito dopo averlo visto incespicare in acqua ma le manovre di rianimazione del bagnino e poi del 118 non sono state sufficienti. Al San Carlo di Milano ne hanno constato il decesso poche ore dopo. I carabinieri, intervenuti in piscina, non avrebbero riscontrato irregolarità nella gestione del disabile, per il quale è stata comunque disposta un’autopsia.