fbpx

Mafia: arresti Messina, ordinanza ‘meccanismo che ha inquinato sistema assegnazione terreni’

Palermo, 15 gen. (Adnkronos) – “Le organizzazioni mafiose di Tortorici hanno saputo pianificare truffe molto redditizie con i finanziamenti europei, con milioni di euro di proventi illeciti. Una mafia dei pascoli ultra moderna, con un controllo del territorio capillare, una mafia che punta sempre più alla terra perché, in base alla quantità di possesso, arrivano finanziamenti. Un meccanismo che in Sicilia ha inquinato l’intero sistema di assegnazione e compravendita dei terreni”. Lo scrive il gip nell’ordinanza che ha portato ai 94 arresti nel messinese.
Per il gip “i gruppi mafiosi in parola, con modus operandi improntato a sistematicità, hanno falsamente esibito – in un arco temporale che va dal 2012 ad oggi – la asserita titolarità, in capo a membri dell’associazione ovvero a “prestanome”, di particelle di terreno in realtà riconducibili a persone (o enti) affatto diversi dai richiedenti il contributo europeo”.
“Lo scopo perseguito dagli indagati è stato quello di conseguire (illecitamente) ed esibire (illecitamente) particelle di terreno falsamente rappresentate come proprie, da far valere quale “titolo” per l’indebita richiesta (e ricezione) di contributi erogati dall’Unione Europea a sostegno dell’agricoltura e della pastorizia – scrive il gip – Gli accorgimenti adottati per l’acquisizione dei preziosi “titoli” denotano una profonda conoscenza della normativa di settore da parte delle organizzazioni criminali”.