fbpx

M5S: Lombardi, ‘sì a capo politico ma sia primus inter pares’

Roma, 30 gen. (Adnkronos) – Cancellare il ruolo di capo politico e dar vita a un organo collegiale senza primi, come proposto dalla senatrice M5S ed ex ministra Barbara Lezzi? “Il capo politico è previsto dalle legge, per una serie di onori amministrativi, quindi deve esserci a prescindere. Fondamentale, poi, è come venga interpretato il ruolo: o decide lui ma con un contributo fondamentale dell’organo collegiale di cui fa parte o si fa ‘voce’ delle scelte prese dall’organo collegiale di cui è parte oppure decide lui è basta. Io penso che il M5S, per natura, debba essere guidato da un organo collegiale, con un capo politico primus inter pares che faccia una sintesi”. Così Roberta Lombardi, ‘pasionaria’ del M5S e capogruppo 5 Stelle in Regione Lazio, all’Adnkronos.
A chi le ricorda l’esperienza del direttorio voluto da Grillo e Casaleggio, “il direttorio non ha fallito – dice – è stato sciolto e i motivi non sono mai stati resi pubblici. Era nato da un seme gettato sul terreno da Beppe e Gianroberto. Un organo collegiale è necessario, ma deve essere legittimato da un voto della base, senza nomi calati dall’alto ma scelti in base ai progetti presentati rispetto ai ruoli che si desidera ricoprire”.