fbpx

Jole Santelli: “invito ad avversari perchè si può imparare da tutti. Aiello l’unico che mi ha fatto gli auguri, questione di stile. Detesto arroganza, presunzione e maleducazione”

santelli Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Le parole di Jole Santelli sull’invito agli avversari dopo le Elezioni

Breve riflessione. Nell’ambito di una conferenza stampa ho detto che avrei invitato ad una discussione sulla Calabria i miei avversari. Per correttezza devo dire che L’unico che ho sentito per gli auguri è stato Francesco Aiello, questione di stile! Un altro candidato ha scritto subito che non avrebbe accettato l’invito per mancanza di stima personale mei miei confronti, poi ha corretto, in parte, il tiro dicendo che avrebbe presenziato solo per correttezza istituzionale, ribadendo la Sua disistima, infine che non accetterà ruoli o incarichi. Premesso che un invito si riceve formalmente prima di rifiutarlo, che non mi è mai passato per la mente di offrire incarichi…il Cav Callipo è il Capo dell’Opposizione, il Prof Aiello, ordinario di Politica Economica, ha tutto il mio rispetto. Personalmente ritengo si possa imparare da tutti e detesto tre cose: l’arroganza, la presunzione e la cattiva educazione“. Con queste parole, Jole Santelli commenta su facebook il dibattito alimentato dalle dichiarazioni dei candidati nelle ultime ore.