fbpx

Infortuni, Tazza (Sistema Impresa): “Credito d’imposta per chi investe in sicurezza”

Roma, 30 gen. (Labitalia) – “Dare un maggiore sostegno alle imprese che vogliono investire in sicurezza attraverso uno strumento fiscale, ovvero un credito d’imposta pari al 50% dei costi per modelli di organizzazione e di gestione, asseverati da organismi paritetici portati in deduzione con il modello F24”. Questa è la proposta lanciata al governo da Berlino Tazza, presidente Sistema Impresa, intervenendo oggi al seminario nazionale ‘Promozione e applicazione dei modelli di organizzazione e gestione nelle pmi’, organizzato da Sistema Impresa presso la sede dell’Inail, con la partecipazione del Fondo Formazienda.
“Il radicamento e la diffusione della cultura della sicurezza nel terziario – ha spiegato – rappresenta nella visione di Sistema Impresa una priorità che ha condotto alla definizione di prassi innovative. In sinergia con l’Inail abbiamo creato i modelli di organizzazione e di gestione (mog), in riferimento al comparto del commercio, del turismo e dei servizi, dando attuazione alla condivisione di intenti generata dall’accordo quadro di collaborazione del 21 aprile 2015 e al successivo protocollo d’intesa del 25 giugno 2018”.
“La confederazione Sistema Impresa – ha ricordato – costituisce una realtà significativa del sistema economico e produttivo del Paese. Tra i nostri principali obiettivi, figura la volontà di promuovere iniziative per la valorizzazione e lo sviluppo della tutela della salute dei lavoratori nei luoghi e negli ambienti di lavoro, supportando sul piano operativo le imprese attraverso attività di consulenza e formazione”.
“Le sinergie tra Inail e Sistema Impresa, in accordo con la Confsal e tramite il coinvolgimento del sistema bilaterale Fondo Formazienda ed Ebiten, costituiscono – ha spiegato Tazza – una modalità funzionale per dare risposte integrate e di qualità ai bisogni di sicurezza nei luoghi di lavoro”.
“L’accordo interconfederale del 18 novembre del 2015 siglato tra Sistema Impresa e Confsal – ha aggiunto – sprona gli strumenti della bilateralità ad adottare azioni concrete a favore dei lavoratori e delle imprese. Sempre con la Confsal e attraverso il proprio Fondo interprofessionale Formazienda, nel quadriennio 2015-2018 ha finanziato piani formativi per un totale di 3,3 milioni di euro, formando oltre 167mila lavoratori dipendenti di 12.500 imprese appartenenti ai diversi settori produttivi”.
“Sistema Impresa – ha affermato il presidente Berlino Tazza – ha promosso tramite l’organismo bilaterale Ebiten, la figura del rappresentante territoriale per la sicurezza per circa 6 mila imprese”.