fbpx

Indra: entra in indice Bloomberg su parità di genere

Roma, 23 gen. (Adnkronos) – Indra, una delle principali società mondiali di consulenza e tecnologia, entra nel Bloomberg Gender-Equality Index (GHG) 2020, che riconosce le aziende leader nel campo della trasparenza in relazione alle questioni di genere e alla promozione di uguaglianza e diversità tra le 6000 aziende presenti in 84 paesi e regioni del mondo. L’indice GHG, che ha incluso per la nuova edizione 325 aziende appartenenti a 50 settori in 42 paesi e regioni, monitora e valuta le prestazioni delle aziende più impegnate a sostenere l’uguaglianza di genere attraverso le sue politiche, il miglioramento della rappresentanza femminile e la trasparenza. A beneficiare di queste informazioni sono gli investitori socialmente responsabili, che richiedono sempre più questo tipo di contenuti non finanziari, contribuendo al miglioramento della relazione e alla trasparenza.
Per entrare a far parte dell’indice, Indra ha dovuto ottenere un punteggio pari o superiore alla soglia globale stabilita da Bloomberg nelle cinque aree che sono prese in considerazione: leadership femminile e portafoglio di talenti; uguaglianza salariale e parità di genere; cultura inclusiva; politiche sulle molestie sessuali; e supporto istituzionale per le donne.
Essere parte di un indice che rappresenta il punto di riferimento nella diversità implica il riconoscimento dell’impegno di Indra per il progresso e la diversità delle donne, sia nell’ambiente di lavoro che nei paesi in cui opera e nella società, in generale. La diversità è diventata anche uno degli elementi chiave nel profondo processo di trasformazione culturale che l’azienda sta portando avanti negli ultimi anni per diventare il progetto imprenditoriale più attraente, emozionante e motivante per i talenti digitali globali.