fbpx

Fisco: Iadicicco (Anpit), ‘taglio cuneo non convince, serve riforma generale tout court’

Roma, 24 gen. (Adnkronos) – “Il taglio al cuneo fiscale è un intervento che non convince. Ritengo da sempre che agevolazioni e bonus siano interventi che producono effetti marginali, se non irrilevanti, rispetto al costo che comportano. Non solo: creano anche una distorsione rispetto ai costi reali che le aziende sostengono e che potrebbe produrre effetti negativi anche piuttosto gravi nel medio periodo”. Ad affermarlo in una nota è Federico Iadicicco, presidente di Anpit, Associazione Nazionale per l’Industria e il Terziario.
La proposta in essere, aggiunge, “accentuerebbe poi il fenomeno già esistente di una pressione fiscale effettiva a parità di reddito differente a seconda se il percettore sia un dipendente, un pensionato, un autonomo. Tutto ciò, aggiunto ad una pressione fiscale troppo alta, farebbe sì che il nostro sistema fiscale fosse contemporaneamente insostenibile ed iniquo”.
La vera sfida, rileva Iadicicco, “consiste in un vero cambio di paradigma: una riforma generale dell’imposizione fiscale che riduca le aliquote e orienti la tassazione dell’individuo al nucleo familiare. Questa è una delle riforme davvero urgenti per l’ Italia. Per questo auspico un confronto importante e condiviso da parte di tutte le forze politiche e sociali rispetto a questo tema. Servirebbero ‘gli stati generali della politica fiscale'”.