fbpx

E. Romagna: Conte a Salvini, ‘camomilla? Rabbia e insulti non mi appartengono’

Roma, 27 gen. (Adnkronos) – Salvini ‘oggi nessuno lo ha visto, oggi i citofanatori sono rimasti a casa. La camomilla? Rabbia e insulti non mi appartengono”. Così il premier Giuseppe Conte, ospite di otto e mezzo su La7, risponde al leader della Lega.
Poi usa una metafora, richiamando il calcetto, una sua passione. ‘E’ come quei giocatori scorretti che per confondere l’ arbitro” su un fallo fatto ‘si butta a terra e lamenta un fallo”.
‘Io la camomilla non la prendo perché devo restare vigile. Ho tanto da fare per gli italiani, alla camomilla preferisco caff蔝.