fbpx

Cimice asiatica: assessore veneto a ministri, ‘autorizzateci a diffondere la vespa samurai’ (2)

(Adnkronos) – Per quanto riguarda l’operato della Regione Veneto ‘ specifica Pan ‘ ‘abbiamo stanziato 4,5 mln di euro per aiutare le imprese colpite e abbiamo predisposto un piano regionale di controllo della cimice, messo a punto grazie anche all’Università di Padova, che prevede di allevare e moltiplicare la vespa samurai ‘Trissolcus japonicus”, conformemente ai protocolli che verranno definiti dalle autorità competenti”.
“La Giunta regionale del Veneto, infatti, già nel 2016, e poi nel 2017, 2018 e 2019 ‘ ricorda Pan – ha finanziato progetti di ricerca per il monitoraggio, lo studio della fenologia e della dinamica di popolazione e per sperimentare strategie di controllo di Halyomorpha halys in Veneto, incaricando dello svolgimento delle attività l’Università degli Studi di Padova – Dipartimento di Agronomia, Animali, Alimenti, Risorse Naturali (Dafne)”.
Grazie a tali attività di ricerca è stata individuata la presenza di antagonisti naturali alla cimice asiatica in Veneto, in particolare due specie  di parassitoidi di origine asiatica  Trissolcus mitsukurii e la ben nota ‘vespa samurai” Trissolcus japonicus. Quest’ultima specie è attualmente oggetto di valutazioni a livello nazionale per l’autorizzazione alla moltiplicazione e rilascio in ambiente mediante programmi di controllo biologico che permetteranno di espandere l’areale di distribuzione della vespa samurai con l’obiettivo di limitare la presenza del dannoso fitofago.  “La Regione ‘ commenta Pan – ha messo in campo tutti gli interventi possibili, nell’ambito delle proprie disponibilità e competenze. Vorremmo che anche le autorità nazionali facessero altrettanto”.