fbpx

Banche: Perrazzelli, ‘nuove tecnologie richiedono nuove figure professionali’ (2)

(Adnkronos) – L’adozione di tecnologie più avanzate all’interno della banca, aggiunge Perrazzelli, “può facilitare il rispetto degli obblighi di compliance e di controllo dei rischi operativi: ad esempio, l’applicazione di tecniche di analisi basate sull’intelligenza artificiale può agevolare l’identificazione di transazioni anomale per finalità di antiriciclaggio e potenziare l’attività di contrasto a frodi o minacce informatiche”.
Nei rapporti con i clienti, sottolinea, “viene automatizzato un numero sempre crescente di attività: dalla raccolta e archiviazione in cloud della documentazione, all’identificazione biometrica, fino ai servizi a maggiore valor aggiunto, come l’assistenza e la consulenza attraverso chatbox e robo-advisor sfruttando tecniche di elaborazione del linguaggio naturale”.
I benefici associati a queste tecnologie, spiega ancora, “si riflettono nella loro diffusione presso gli operatori. Secondo un’indagine della Banca d’Italia, le principali banche italiane hanno in produzione o in fase di studio progetti per l’utilizzo dell’intelligenza artificiale a fini di compliance. Resta, invece, limitato il numero di banche che ha in corso sperimentazioni per l’impiego di questa tecnologia nella selezione della clientela da affidare; i vantaggi che ne potrebbero derivare sono però significativi, soprattutto se le applicazioni vengono utilizzate per la valutazione di soggetti più opachi (come le start-up o le piccole imprese) e con ridotta storia creditizia”.