fbpx

Villa San Giovanni, code chilometriche per traghettare in Sicilia: disagi enormi per l’ennesimo Natale senza il Ponte sullo Stretto [FOTO]

/

Villa San Giovanni vive il suo consueto Natale di ingorghi e fumi tossici senza il Ponte sullo Stretto: lunghissime code per traghettare in Sicilia

Il Ponte sullo Stretto non c’è ed è caduto nel dimenticatoio di una classe dirigente sempre più distratta rispetto agli interessi reali del Sud: così per Villa San Giovanni si ripete l’ennesimo Natale di caos. Lunghe code per traghettare in Sicilia con oltre tre ore di attesa per i veicoli provenienti da Nord, carichi di persone, famiglie e storie più o meno particolari ma tutte con l’intenzione di trascorrere le feste nella splendida Sicilia. Che però è sempre più lontana dal resto d’Italia e d’Europa. A Villa San Giovanni i residenti sono costretti a subire i fumi tossici dei mezzi in sosta e in transito, con una situazione di inquinamento molto pesante. I traghetti solcano lo Stretto, anch’essi inquinando, a fatica per il forte vento e il mare mosso, dopo l’operazione che nei giorni scorsi ha travolto la principale compagnia di navigazione con l’arresto dei vertici della Caronte & Tourist con l’accusa di corruzione. Una situazione difficile sotto tutti i punti di vista: con il Ponte si risolverebbe tutto (e molto altro) ma la politica tutta continua a pensare ad altro.