fbpx

Sicilia: Musumeci scrive a Conte, ‘evitare dissesto Comuni’ (2)

(Adnkronos) – Musumeci chiede anche un intervento diretto del premier “per l’inserimento dell’emendamento, già esaminato dalla Commissione Bilancio del Senato e rinviato alla negoziazione bilaterale, relativo al ripianamento decennale del disavanzo accertato nel rendiconto 2018”. Entrambi i provvedimenti sono privi di oneri finanziari per lo Stato.
Il governatore auspica anche che nel disegno di legge di bilancio statale, lo stanziamento per rimuovere, definitivamente, il prelievo forzoso che ancora grava sulle città metropolitane e sui liberi consorzi della Sicilia venga riportato da 80 a 100 milioni di euro. “Somma – conclude – valutata dalla Corte dei Conti come minimale per raggiungere l’obiettivo inserito nell’accordo che Stato-Regione hanno stipulato lo scorso anno”.