Categoria: CALABRIAEDITORIALINEWSSPECIALE REGIONALI CALABRIA

Elezioni Regionali Calabria: ecco il quadro dei candidati, incognita Oliverio e Occhiuto. Santelli: “ringrazio i leader del Centro/Destra” [DETTAGLI]

Tags: elezioni Regionali CalabriaRegionali calabria

Elezioni Regionali Calabria: ecco il quadro dei candidati dopo l’ufficializzazione di Jole Santelli da parte del Centro/Destra con due incognite, Oliverio e Occhiuto

Elezioni Regionali Calabria- E’ ormai chiaro il quadro che si troveranno i calabresi il prossimo 26 gennaio, giorno delle elezioni regionali. Dopo l’ufficializzazione di Jole Santelli, quale candidata del Centro/Destra unito, abbiamo sostanzialmente solo due incognite Oliverio e Occhiuto.

Elezioni Regionali Calabria: il Centro/Destra unito punta su Jole Santelli

Dopo mesi di trattative, veti, problemi ieri l’accellerata decisiva: prim la nota di Forza Italia, poi l’ok della Lega, oggi quello di Fratelli d’Italia. Jole Santelli è ufficialmente la candidata del Centro/Destra unito. Berlusconi, dopo il “no” netto del Carroccio su Occhiuto, ha puntato tutto sulla coordinatrice regionale di Forza Italia. Già da subito è partito il lavoro per rifinire le liste che dovranno essere presentate entro il 27 dicembre.

Elezioni Regionali Calabria: Occhiuto durissimo: “Forza Italia non esiste più, i poteri forti sono contro di me”. Proseguirà la corsa?

Dopo l’ufficializzazione della candidatura di Jole Santelli da parte di Forza Italia, Mario Occhiuto su facebook si sfoga e si rivolge direttamente ai cittadini: “Calabresi carissimi, le battaglie si vincono o si perdono; e io la mia l’ho perduta. Sono scesi in campo tutti i poteri più forti per farmi fuori, e in questi ultimi mesi vi dico che me ne hanno fatte veramente di tutti i colori. I partiti hanno fatto a tavolino le loro scelte per le prossime elezioni regionali con le solite logiche, legate solo ai propri interessi, che nulla hanno a che vedere con il futuro della Calabria. Ed io ovviamente secondo queste logiche non potevo che essere escluso. Il vero problema per la mia candidatura è stato rappresentato dalla mia autonomia e dalla determinazione nel voler realizzare le mie idee e proposte progettuali. Sembra un paradosso, ma è così. I partiti mal sopportano candidature troppo forti ed autonome. Forza Italia ha ceduto alla fine alla Lega di Salvini il diritto di scelta del proprio candidato e quindi praticamente ha abdicato al suo ruolo di forza politica autonoma e indipendente. Praticamente -e mi dispiace dirlo- ha abdicato a se stessa, alla sua esistenza. Non esiste più Forza Italia, esiste solo la Lega. Era già così da un po’ di tempo nel Nord Italia, e adesso il tentativo della Lega è quello di colonizzare anche il Sud. Io insieme a tante altre persone desiderose di cambiamento per la Calabria avevamo già messo in campo un progetto politico innovativo appellandoci alle forze civiche, ai tanti giovani che sperano in un futuro migliore e anche ai partiti. Un progetto che adesso dobbiamo decidere insieme se e come portare avanti; un progetto oggi aperto a possibili alleanze strategiche per la Calabria; un progetto senza uno schieramento di partiti, ma che rimane sempre meglio degli schieramenti che si presentano senza un progetto. La forza per realizzarlo è a questo punto solo nelle mani dei calabresi, dei tanti giovani che aspirano ad una Calabria più innovativa e più ricca di opportunità. Le rivoluzioni e i cambiamenti possono avvenire solo se partono dal basso, e nessuno si aspetti passi in avanti per la nostra regione in questa situazione. Basta solo crederci. Solo così avremmo la forza per vincere e per cambiare concretamente la Calabria. Quando si perde una strada se ne trova un’altra, e se la strada non esiste c’è sempre la possibilità di costruirne una nuova”.

Elezioni Regionali Calabria, Santelli: “sono emozionata, ringrazio i leader del Centro/Destra”

Foto Lapresse

“Sono emozionata per questa designazione e sono pronta ad affrontare la sfida regionale con tutta la passione che mi è propria. Ringrazio i tre leader del centrodestra e tutti i responsabili dei partiti e delle liste a sostegno di questa candidatura che nasce dalla consapevolezza di dover lavorare per rendere giustizia a una regione che vive una fase di oscurantismo senza precedenti“. E’ quanto ha affermato Jole Santelli.Il compito più importante – prosegue– è quello di dare un brand identitario alla Calabria, che non è solo cronaca e negatività ma un luogo pieno di tradizioni e di cultura. Il mio desiderio è restituire speranza ai calabresi, lavorare con abnegazione, riaccendere la luce in un tunnel che non è il destino immane di una regione. Sono particolarmente grata per essere stata scelta dai leader nazionali e sono cosciente della necessità di agire usando il cuore, per uscire dalle acque stagnanti cui la sinistra ha costretto la Calabria. Questa campagna elettorale farà conoscere ai calabresi il nostro programma, strumento di governo efficace del territorio, intriso di argomenti che nascono nella sensibilità dei nostri concittadini. Saranno i fatti a parlare ed a restituirci l’immagine veritiera di una regione dinamica e pronta a risollevarsi”, conclude Santelli.

Elezioni Regionali Calabria, Carfagna: “persa occasione per scelte condivise”

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

“Credo che sia per quello che riguarda la Campania sia per quello che riguarda la Calabria si sia persa l’occasione di fare una scelta condivisa. Forse non si è avuto il coraggio di aprire una discussione per provare a superare quel dissenso motivato che in molti hanno espresso sul territorio. Il Sud per Forza Italia rappresenta ancora un bacino di voti importante, un patrimonio che mi auguro non venga disperso attraverso metodi che hanno spaccato e dilaniato il partito“. E’ quanto ha affermato Mara Carfagna, durante la presentazione della sua associazione Voce libera.

Elezioni Regionali Calabria, Fdi: “il Centro/Destra ha la possibilità di tornare al governo della Regione Calabria”

“Con la designazione di Jole Santelli alla guida della coalizione, il centrodestra ha ora la possibilità di tornare al governo della Regione Calabria. Fratelli d’Italia sosterrà questa sfida con lealtà e coerenza, ma soprattutto tentando di mettere a disposizione dei calabresi una classe dirigente di qualità e proposte programmatiche realmente capaci di segnare per la nostra terra quel cambio di passo che i nostri cittadini meritano e chiedono da tempo. C’è grande fiducia intorno al centrodestra in Calabria, e altrettanto grandi sono le aspettative dei cittadini. Siamo certi che Jole Santelli, con le sue capacità e facendo gioco di squadra, sarà all’altezza di questo compito”. E’ quanto affermano in una nota il commissario regionale di Fratelli d’Italia Wanda Ferro, il responsabile della composizione delle liste Edmondo Cirielli ed il capogruppo in consiglio regionale Fausto Orsomarso. “Il fallimento del governo Oliverio, certificato dallo stesso Pd – aggiungono i dirigenti di Fratelli d’Italia – ha spianato al centrodestra la strada per la vittoria. I cittadini sono delusi dalla politica miope e clientelare del centrosinistra, dalla sua mancanza di una visione di sviluppo, dall’incapacità di liberare i cittadini dalla logica del bisogno che lega il destino del singolo a quello del politico di turno.  Noi vogliamo dare voce alla ‘Calabria positiva’, quella che non si resta a piangersi addosso, ma che fa impresa sana, che si impegna nel lavoro, nella cultura, nel sociale. Una Calabria che può voltare pagina, per usare le parole di monsignor Bertolone, il quale ha rimarcato l’impegno della Chiesa nella formazione delle coscienze di giovani e meno giovani, che devono sapere da quale parte stare. Ora il vantaggio straordinario che tutti i sondaggi attribuiscono al centrodestra deve darci una ulteriore responsabilità. Questa è una occasione irripetibile per dare alla Calabria un autentico segno di rinnovamento, di legalità e di trasparenza. Le clamorose inchieste giudiziarie di questi giorni hanno dimostrato quanto il sistema politico-istituzionale sia permeabile alle logiche criminali della ‘ndrangheta e del malaffare. Il lavoro delle forze dell’ordine e della magistratura non può più essere guardato dalla politica con distacco, come se i due piani fossero separati. Noi vogliamo che quegli spazi ripuliti dalla presenza criminale vengano riempiti di qualità, di efficienza, di trasparenza e di merito. E’ una sfida che investe innanzitutto le decisioni dei partiti – pur nella indisponibilità di strumenti tali da poter indagare la vita e le relazioni di un candidato -, ma soprattutto la responsabilità dei cittadini nelle scelte che faranno il prossimo 26 gennaio. La Calabria ha bisogno della migliore classe politica possibile, di uomini e donne con la schiena dritta, liberi da condizionamenti, coerenti, affidabili, capaci di indirizzare ogni scelta al bene comune. Solo così si potranno restituire ai cittadini calabresi i diritti da troppo tempo negati: il lavoro, la salute, la sicurezza, le infrastrutture, la tutela delle fasce deboli. Fratelli d’Italia farà la sua parte, con l’auspicio che ogni cittadino calabrese colga l’opportunità di fare, finalmente, una scelta di libertà, di meritocrazia, di coraggio, di autentico rinnovamento”.

Elezioni Regionali Calabria, Pippo Callipo in piena corsa con il sostegno del Pd

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Sta girando la Calabria e sta tentando di rifinire le liste, Pippo Callipo è in corsa per la presidenza della Regione Calabria e crede nella vittoria. Il “re del tonno” oltre il Pd e Articolo 1, avrà il sostegno di “Io Resto in Calabria”, Centro Democratico e Piattaforma Berlinguer. Queste le parole di Callipo a Reggio Calabria: “non potevo girarmi dall’altra parte, qui serve una rivoluzione ed io voglio contribuire a migliorare le cose”. “Io sono il candidato di Resto in Calabria con l’appoggio del Pd: un’ora dopo che ho deciso di scendere in campo mi ha chiamato Zingaretti per assicurarmi l’appoggio del suo partito”, precisa il “re del tonno”. “Ho carta bianca- prosegue- voglio creare una giunta, se vincerò, di gente competente e capace. C’è anche l’esigenza di riorganizzare la Cittadella, spronare i dipendenti a fare di più e meglio”. “Il programma di governo lo scriviamo in 5 minuti: i problemi della Calabria sono ben noti: qui c’è tanto da lavorare e da cambiare”, conclude.

Elezioni Regionali Calabria: Oliverio nei guai dopo l’arresto dell’uomo di fiducia Incarnato ed il divieto di fiducia di Adamo

Per Mario Oliverio sono guai. Il governatore uscente si ritrova senza due fedelissimi di peso: Luigi Incarnato e Nicola Adamo. I due sono coinvolti nella maxi inchiesta di Gratteri che ha portato all’arresto di oltre 300 persone. Il leader dei socialisti calabresi è stato arrestato, obbligo di dimora fuori regione per l’ex consigliere regionale. A questo punto il presidente è ad un bivio: candidarsi lo stesso o lasciare perdere. La sconfitta sembra sicura per Oliverio abbandonato dal Pd e da molti ex fedelissimi.

Elezioni Regionali Calabria: gli altri candidati

Alle Regionali correranno in autonomia, il docente Unical, Francesco Aiello per il M5S, il geologo Carlo Tansi, già direttore della Protezione civile regionale, con “Tesoro Calabria” (anche se il “re del tonno” lo ha invitato ad unirsi a lui), Giuseppe Nucera, già presidente di Confindustria di Reggio Calabria, con “La Calabria che vogliamo”, e Francesco Di Lieto con il Codacons. Ultimo candidato, a meno di sorprese, Ciccio Talia del Partito Comunista (è in corso la raccolta delle firme e non sarà facile raggiungere l’obiettivo”.

Regionali Calabria, il Centro/Destra si spacca. Occhiuto si candida contro Jole Santelli: “mi ha tradito”