fbpx

Pd: Losacco, ‘tesseramento Sicilia prorogato fino al 7 gennaio’ (2)

(Adnkronos) – “Sono stati azzerati i rinnovi automatici -scrive Losacco su Fb- per evitare logiche precostituite e rendite di posizione e, in linea con quanto avvenuto per il Pd nazionale, sono stati introdotti alcuni elementi innovativi come il tesseramento online e il pagamento con moneta elettronica. In questi mesi chi si è iscritto al Pd in Sicilia lo ha fatto nei circoli o online con il pagamento in moneta elettronica. Chi ha preso la tessera lo ha fatto consapevole della necessità di archiviare la stagione dell’odio, delle contrapposizioni e delle liti continue. Chi si è iscritto al Pd ha operato una scelta di campo precisa nel campo progressista ben sapendo che la vocazione al dialogo è da sempre il carattere distintivo del nostro partito”.
”Le sfide che ci attendono – ha concluso Losacco – non riguardano solo la sconfitta del populismo, il contrasto alla deriva di destra che in questi mesi ha saputo cambiare pelle, ma anche e soprattutto la costruzione di una prospettiva politica fondata su nuovi valori di inclusione, che pure intercetti il cambiamento e la giustizia sociale. Per far questo occorre costruire una larga alleanza di cui il Pd come grande forza riformista può e deve essere il baricentro: dobbiamo ricostruire il campo del centrosinistra con entusiasmo e ascoltando il messaggio arrivato dalle piazze dove i ragazzi e la società civile sono scesi dimostrando di essere molto più avanti della politica. Nelle ultime settimane in Sicilia, così come in tutta Italia, il popolo delle sardine ha mostrato la strada, ha detto no alla violenza verbale, si è professato antifascista e antirazzista e ha voluto con un messaggio positivo arginare Salvini e le parole d’odio”.
“Se è vero che nessuno deve avere la tentazione di mettere il cappello su quel movimento di piazza, occorre però capire la lezione che arriva da quella comunità di persone. Costruire un’alleanza alternativa al centrodestra è possibile. Il percorso del cambiamento è già segnato. L’alleanza con il M5S e con tutte le forze progressiste c’è, occorre portarla a maturazione con pazienza sapendo che il tracciato potrebbe non essere lineare ma lavorare insieme è possibile. Lo dimostrano questi mesi di governo. Il dialogo tra due mondi, come quello dei 5S e del Pd, è già realtà. Occorre saldare i rapporti, ma i valori principali sono già condivisi”.