fbpx

Operazione Cenide, bufera sullo Stretto di Messina: si dimettono i due top manager di Caronte&Tourist

Messina, operazione Cenide: stasera il consiglio d’amministrazione della Caronte & Tourist Spa ha  deliberato l’ingresso di due nuovi membri che andranno a sostituire i due dimissionari

Prendiamo atto con estremo rammarico delle dimissioni di Nino Repaci e Rino Famiani dalle cariche di Presidente e Amministratore Delegato della società. Le interpretiamo come un ulteriore atto d’amore e attaccamento a un Gruppo che entrambi hanno, in misura solo cronologicamente differenziata, contribuito a far diventare una tra le realtà imprenditoriali più importanti del mezzogiorno. Le consideriamo, comunque, l’espressione di un distacco obbligato e auspicabilmente non definitivo’‘. È il commento della proprietà del Gruppo Caronte & Tourist in merito alla decisione che i due top manager coinvolti nell’operazione Cenide hanno assunto nella giornata di oggi a seguito dell’operazione Cenide che ha portato ad arresti per scambio di favori tra esponenti politici, imprenditori e vertici di Caronte&Tourist. ”Non appartiene alla nostra cultura entrare nel merito dei provvedimenti della Magistratura. Sentiamo forte soltanto la necessità di evidenziare come le vicende su cui si è sostanziata l’ipotesi di reato e il conseguente provvedimento restrittivo riguardino aree che da oltre un trentennio sono nelle disponibilità di C&T, svolgendo da sempre l’identica e immodificata funzione di accumulo e biglietteria, e sulle quali è stato operato un piano di ammodernamento tecnologico tra i più avanzati del continente interamente a spese della Società. La nostra fiducia nella magistratura non è rituale, né formale -si legge nella nota del Gruppo armatoriale -. Siamo certi che i dott. Repaci e Famiani potranno presto argomentare nel dettaglio gli accadimenti oggetto di contestazione ed essere quindi tempestivamente restituiti alla pienezza della propria vita personale e professionale”.

Stasera il consiglio d’amministrazione della Caronte & Tourist Spa ha  deliberato l’ingresso di due nuovi membri che andranno a sostituire i due dimissionari: si tratta di Federico D’Angelo Giordano, noto giuslavorista napoletano e Santi Giuffrè, già questore di Messina e Prefetto di Reggio Calabria. Stasera il CdA ha anche nominato presidente Olga Mondello Franza, Presidente vicario e Amministratore Delegato Lorenzo Matacena, che affiancherà nella carica Vincenzo Franza. ”Il Gruppo Caronte & Tourist può contare su un’impalcatura manageriale solida e competente – ha dichiarato il Presidente, Olga Mondello – tale da poter assicurare una governance efficiente ed efficace, coerente e lineare. I nuovi incarichi, d’altra parte, vedono come destinatari soggetti che conoscono profondamente la struttura del Gruppo e ne sono protagonisti da anni. Ciò non può che rassicurare tutti i nostri stakeholder, dai clienti ai fornitori, ai dipendenti/collaboratori, alle istituzioni locali e regionali, che continueranno a trovare in noi un’interlocuzione affidabile con prospettive di ulteriore sviluppo”.