fbpx

Nuovo terminal, assunzioni ed ecologia: le novità di Costa Crociere per fine 2019

Costa Crociere

La parte conclusiva del 2019 è piena di novità per Costa Crociere: la compagnia avrà un proprio terminal nel porto di Genova

Non solo la presa in consegna della prima nave della flotta alimentata a gas naturale liquefatto (LNG) – la Costa Smeralda – consegnata lo scorso 5 di Dicembre nel cantiere Meyer di Turku, in Finlandia: la parte conclusiva del 2019 è piena di novità per Costa Crociere, il primo gruppo crocieristico europeo (terzo a livello mondiale).

La notizia, destinata ad avere risvolti positivi sotto un’ottica occupazionale, riguarda la Regione Liguria: la compagnia avrà un proprio terminal nel porto di Genova, precisamente nella zona del Porto antico, ed immediatamente apre a nuove assunzioni.
A partire dal prossimo 16 di Dicembre infatti – giorno in cui si svolgeranno le selezioni – Costa Crociere ha annunciato due differenti corsi di formazione propedeutici al reclutamento sulle proprie navi per 37 posti, 17 come desktop publisher e 20 da animatore per ragazzi a bordo. L’impegno è quello di assumere almeno il 60% delle persone che completeranno positivamente il percorso, dalla partecipazione completamente gratuita, promosso in collaborazione con Regione Liguria e l’Accademia Italiana della Marina Mercantile, sfruttando il finanziamento del Fondo Sociale Europeo.
Tutto questo si unisce al potenziale circoscritto all’indotto delle riparazioni navali, che dovrebbe garantire lavoro a 2850 addetti diretti.
Il progetto definitivo è stato consegnato agli uffici di Palazzo San Giorgio lo scorso 22 di Novembre, per un investimento pari a 88 milioni di euro, dei quali 40 milioni saranno messi a disposizione dei soggetti privati.

Una serie di investimenti importanti per la Regione, all’interno della quale si inserisce anche la nuova Costa Smeralda, destinata a salpare per la prima volta proprio da Savona, il 21 Dicembre del 2019.
Il nuovo gioiello della Costa Crociere è capofila di un progetto di espansione che prevede l’acquisto di 7 nuove navi in consegna entro il 2023, 5 delle quali caratterizzate dall’alimentazione a LNG, per un investimento di oltre 6 milioni di euro.
Il combustibile fossile a basso impatto ambientale rappresenta una vera e propria rivoluzione nel settore, in quanto in grado di migliorare la qualità dell’aria attraverso l’eliminazione delle emissioni di ossidi di zolfo e particolato, riducendo inoltre quelle di ossido di azoto e CO2.
Nel suo primo viaggio promozionale, la Costa Smeralda è attesa a Barcellona e Marsiglia, prima di approdare a Savona, in attesa di ripartire per una prima crociera che toccherà nuovamente queste due città, proseguendo per Palma di Maiorca, Civitavecchia e La Spezia.
La sua “gemella”, Costa Toscana, è attualmente in fase di costruzione presso Meyer Turku, con consegna prevista nel 2021.