fbpx

‘Ndrangheta, Morra: “le minacce ai magistrati non vanno sottovalutate”

‘Ndrangheta, Morra: “la storica operazione condotta da Gratteri è cosi monumentale che occorreranno giorni per comprenderne i mille risvolti”

“La storica operazione condotta da Gratteri è cosi monumentale che occorreranno giorni per comprenderne i mille risvolti, visto che le indagini hanno dovuto interessarsi di materiale diversissimo, da riunioni in casa di parroci a minacce a magistrati. Abbiamo verificato che quando i magistrati toccano i soldi delle cosche queste sono pronte ad uccidere. Le minacce nei confronti di Marisa Manzini, attuale consulente della commissione Antimafia, e di Mario Spagnuolo lo attestano“. E’ quanto afferma Nicola Morra, presidente commissione Antimafia, sottolineando che le minacce ai magistrati “non devono essere sottovalutate”. “Gli ‘ndranghetisti si auguravano per questa magistratura una bomba in bocca. E questo ci pone un obbligo morale: proteggiamo adeguatamente le donne e gli uomini che servono lo Stato con dedizione totale a rischio della vita – sottolinea Morra – Di poi c’è un fatto incontestabile: le mafie minacciano chi tocca le loro risorse economiche. Bisogna finirla con un’antimafia patinata e dare attenzione e risalto a chi colpisce per davvero al cuore le mafie toccando le loro economie”.