fbpx

Messina, sfuma il sogno del villaggio di Natale a Villa Dante: delusione del consigliere Cacciotto

cacciotto

Messina: lo sfogo del consigliere della Terza Circoscrizione in merito al flop della manifestazione d’interesse per il villaggio di Natale a Villa Dante

Il villaggio di Natale a Villa Dante non si farà. La manifestazione d’interesse organizzata dall’amministrazione comunale, su proposta dei consiglieri della Terza Circoscrizione, ha ricevuto poche adesioni. L’iniziativa potrebbe essere rinviata in primavera. In merito alla vicenda interviene il consigliere della Terza Circoscrizione Alessandro Cacciotto, che dichiara:
È sfumato il “sogno” del Consiglio della Terza Circoscrizione di realizzare un Villaggio natalizio a Villa Dante. 
A mio modesto avviso i motivi sono tanti ma cercherò di sintetizzarli:
assenza di decentramento amministrativo: non avendo la circoscrizione un budget per utilizzarlo a Natale, la circoscrizione ha già le mani legate dovendo da istituzione democraticamente eletta elemosinare  all’Amministrazione sperando che qualche briciola caschi dal tavolo. 
Villa Dante non interessa ai “grandi” imprenditori: organizzare il Natale a Piazza Cairoli significa essere nel cuore della città, avere un ritorno di immagine ed economico. Lì c’è da investire. Villa Dante, la Villa più grande della città, può avere un ritorno di immagine ma difficilmente un importante ritorno economico almeno ad oggi. Quindi giustamente per carità nella Villa non c’è da investire per il Natale. 
Scarso peso politico della Circoscrizione: è del tutto evidente che l’Amministrazione Comunale, in tante circostanze agisca ignorando la presenza di un altra istituzione democraticamente eletta. 
Il decentramento amministrativo è un percorso quello mentale una scelta. -Diceva un detto “latino”: senza soldi non si canta messa. In passato, ricordo soprattutto l’amministrazione Buzzanca 2008/2013, per il Natale le Circoscrizioni avevano un budget. Già a novembre la posta della circoscrizione era invasa da richieste di associazioni, singole persone che per un presunto amore della città erano disponibili a realizzare eventi natalizi dietro però pagamento. 
Oggi la posta della Circoscrizione è vuota, non arrivano più le letterine di quelle associazioni che fino a qualche anno fa chiedevano in nome dell’amore per il territorio di fare attività.
Grazie comunque a coloro che una mail l’avevano mandata per fare qualcosa a Villa Dante ma che forse, per carità, si aspettavano delle condizioni diverse e dunque hanno passato la mano.
Per Villa Dante? Aspettiamo il bando, che vorremmo cara Amministrazione conoscere e collaborare con Voi da umili rappresentanti senza rubare a nessuno la scena. Che sia un Felice Natale per tutti e per tutta la città“- conclude Cacciotto.