fbpx

Messina: la triste storia di Nerone, il cane che ha commosso il web. Il padrone muore, lui veglia sulla sua bara in chiesa [FOTO]

/

Le immagini di Nerone in chiesa hanno fatto il giro della rete e commosso il web. Nerone ha circa 10 anni ed è abituato a vivere in libertà nel borgo di Ganzirri (Messina). Adesso che il signor Angelo non c’è più,  i volontari stanno cercando una sistemazione  per evitare che finisca in un canile

Ha voluto accompagnarlo fino alla fine, fino al funerale: è entrato in chiesa e si è sdraiato accanto alla bara dell’uomo che per anni l’ha accudito. Parliamo di Nerone, il cane di Messina che ha commosso il web. Nerone è un cane di grossa taglia cresciuto in strada e adottato da un residente di Ganzirri. “Nerone lo seguiva dappertutto, era la sua ombra, e pian piano ha cominciato ad entrare anche fin dentro casa sua – racconta Ilaria Fagotto, delegata della Lega Antispecista Italiana – Erano felici: Nerone amava stare all’aria aperta e quando voleva uscire andava a raschiare la porta ed Angelo che con la bicicletta girava con lui per i viottoli. Due corpi e un’anima dicevano in paese, inseparabili”.  Il signor Sciarrone la notte del 24 dicembre scorso è venuto a mancare e Nerone è rimasto di nuovo da solo. Nerone ha circa 10 anni ed è abituato a vivere in libertà. Adesso che il signor Angelo non c’è più,  i volontari stanno cercando una sistemazione  per evitare che finisca in un canile. Ieri sera, a Ganzirri, il cane sarebbe stato scacciato dal giaciglio in cui di solito era abituato a dormire. Secondo quanto si apprende, sembrerebbe che a breve Nerone potrebbe essere prelevato dagli accalappiacani e portato via da Ganzirri.