fbpx

**Manovra: Marattin, ‘no a scelte per favorire o sfavorire alleati’**

Roma, 6 dic. (Adnkronos) – ‘Non salta nulla, noi abbiamo molta fiducia si possa chiudere bene” sulla manovra, ‘ma a condizione che quando si fanno le scelte qui dentro le si faccia sulle base degli effetti che hanno per un Paese, e non perché si fa un favore o meno a una forza politica, perché non è così che si governa un Paese”. Lo dice Luigi Marattin, di Italie Viva, arrivando a Palazzo Chigi per la seconda parte del vertice sulla manovra.
‘Le scelte si fanno se servono agli imprenditori, ai lavoratori e ai cittadini. Io vorrei fare le scelte per rafforzare l’economia, via plastic tax e sugar tax perché comportano effetti occupazionali sui lavoratori di quelle aziende. A noi non interessano le multinazionali in quanto tali, interessa il lavoro, gli investimenti, il benessere che portano in Italia, non capire questo è piuttosto preoccupante”. A chi gli domanda se toni così alti non siano allarmanti, “è un segnale che le forze di coalizione in questo Paese sono preoccupate – replica – bastava votare sì tre anni fa al referendum e non saremmo in questa situazione”.