fbpx

Mafia: Fava scrive a Bonafede, ‘Ercolano unico boss senza 41bis’

Palermo, 14 dic. (Adnkronos) – “Aldo Ercolano è l’unico capomafia a cui non sia stato prorogato il regime del 41 bis. Fatto grave che preoccupa autorità giudiziaria e forze di polizia”. A metterlo nero su bianco, in una lettera indirizzata al ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, è il presidente della commissione Antimafia dell’Ars Claudio Fava, al termine della missione di ieri della commissione presso la prefettura di Catania. Fava chiede al Guardasigilli un intervento “per indurre, chi ne ha il compito istituzionale, ad una rivalutazione della posizione di Ercolano e della revoca del 41 bis di cui ha beneficiato”.
“Un elemento di comune preoccupazione, emerso nel corso di tutte le audizioni, riguarda la caratura criminale del capomafia catanese Aldo Ercolano, attualmente detenuto con una condanna all’ergastolo – prosegue Fava – Gli auditi hanno tutti messo in evidenza lo stridente contrasto tra l’intatta autorevolezza e la pericolosità criminale che viene a tutt’oggi riconosciuta a Ercolano e la revoca del regime carcerario del 41 bis che lo ha restituito al circuito detentivo normale. Fatto incongruo, preoccupante, non comprensibile”.