fbpx

M5S: Castaldo su facilitatori, ‘errore listino bloccato e calato dall’alto’

Roma, 12 dic. (Adnkronos) – “Una scelta d’ampia incoerenza”. La bolla così il vicepresidente del Parlamento europeo, Fabio Massimo Castaldo, la scelta dei 6 facilitatori indicati direttamente dal capo politico del M5S Luigi Di Maio, e che avranno solo un voto di mera ratifica dalla piattaforma Rousseau. “Io dico no alle liste bloccate!”, tuona Castaldo muovendo le sue critiche sul team del futuro.
“Quest’oggi, come sapete, si vota su Rousseau per il nuovo team di ‘Facilitatori’: una squadra di 18 persone – sintetizza Castaldo – che affiancherà il capo politico del Movimento nei processi decisionali e nelle scelte programmatiche. Una riorganizzazione molto delicata e cruciale per il nostro futuro. Sei facilitatori sono indicati direttamente dal capo politico, con funzioni estremamente rilevanti, e oggi si vota anche per confermare o declinare tale scelta”.
“Tra i nomi proposti – scrive il vicepresidente del Parlamento europeo – ce ne sono diversi di assoluto valore per competenze, capacità e impegno dimostrato in questi anni. Ma in tutta franchezza non posso tacere sul fatto che ci sia un problema non tanto di merito, sul quale non voglio esprimermi per non influenzare in alcun modo il vostro giudizio. Un problema soprattutto di Metodo. Credo che non sia affatto corretto presentare un LISTINO BLOCCATO e dare la possibilità di votare solamente Si o No all’intera lista: si sarebbe dovuto dare a tutti noi la possibilità di votare INDIVIDUALMENTE ogni componente di quella squadra. Svolgeranno funzioni molto diverse gli uni dagli altri, pertanto il voto avrebbe dovuto essere sulla competenza dei singoli”.