fbpx

Gela: allarme dei sindacati, ‘potrebbe diventare una nuova Ilva’

Palermo, 5 dic. (Adnkronos) – Centinaia di lavoratori in attesa e il rischio che la vertenza di Gela si trasformi in una nuova Ilva. A lanciare l’allarme sono i segretari generali di Filctem, Femca e Uiltec Marco Falcinelli, Nora Garofalo e Paolo Pirani. “A Gela – dicono – ci sono centinaia di lavoratori che attendono l’avvio del progetto Argo-Cassiopea di Eni, bloccato dalla mancata firma del ministro dell’Ambiente Sergio Costa alla proroga della Via scaduta a giugno”.
Un ritardo “inspiegabile che rischia di mandare in fumo 800 milioni di euro di investimento, in grado di dare occupazione a circa 600 persone. Il governo – sottolineano – faccia subito chiarezza e dica chiaramente se ha a cuore questo investimento. In caso contrario si prenderà la responsabilità di provocare una vera tragedia sociale sul territorio gelese, già in ginocchio per la crisi, con ripercussioni economiche per tutto il Mezzogiorno e il Paese”.