fbpx

Ex Ilva: Re David, ‘senza il sindacato intesa non è possibile’

Roma, 28 dic. (Adnkronos) – “Bene che il presidente del consiglio Giuseppe Conte sia andato più volte a Taranto: è un segnale di attenzione verso una terra sottoposta da tanto tempo a pressioni insostenibili. Meno bene che, al di là degli slogan, non ci sia un adeguato confronto con il sindacato perché anche i lavoratori devono avere voce in capitolo attraverso la propria rappresentanza”. Ad affermarlo in un’intervista al ‘Corriere della Sera’, Francesca Re David, il segretario generale della Fiom, sulla vicenda ex Ilva.
“Una decina di giorni prima che venisse firmato il pre accordo tra Mittal e i commissari – rileva – , siamo stati al ministero dove Stefano Patuanelli ci ha illustrato a grandi linee un’ipotesi di piano industriale, quello che prevede i forni elettrici e l’intervento pubblico nella proprietà. La direzione è quella giusta ma sia chiaro che il sindacato non è disponibile a firmare nessuna cambiale in bianco”.
Per trasformare quel pre accordo in un accordo vero e proprio, aggiunge, “c’è bisogno di un’intesa anche con i sindacati. Senza di noi non possono andare avanti. Anche perché l’accordo precedente, poi sottoposto a un referendum tra i lavoratori, prevede che non ci siano esuberi, con il riassorbimento da parte di Mittal di tutti i lavoratori che dovessero rimanere senza lavoro”.