Elezioni Regionali Calabria, il Centro/Destra converge su Jole Santelli: una donna sfiderà i 4 candidati di Sinistra [DETTAGLI]

  • Foto Lapresse
    Foto Lapresse
  • Foto Lapresse
    Foto Lapresse
  • Foto Lapresse
    Foto Lapresse
  • Foto Lapresse
    Foto Lapresse
  • Foto Lapresse
    Foto Lapresse
  • Foto Lapresse
    Foto Lapresse
  • Foto Lapresse
    Foto Lapresse
  • Foto Lapresse
    Foto Lapresse
  • Foto Lapresse
    Foto Lapresse
  • Foto Lapresse
    Foto Lapresse
/

Elezioni Regionali Calabria: il Centro/Destra va verso Jole Santelli. La deputata cosentina e punto di riferimento di Forza Italia in Calabria sarà l’avversaria dei 4 uomini che la sinistra, nelle sue varie forme, candiderà alle prossime elezioni

Non è ancora ufficiale, ma con ogni probabilità sarà Jole Santelli la candidata del Centro/Destra unito alle prossime elezioni Regionali calabresi. Deputata dal 2001, Jole Santelli ha 50 anni, è di Cosenza ed è stata due volte sottosegretario di Stato, prima al Ministero della Giustizia e poi al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: una figura di alto livello, sempre coerente dentro Forza Italia dal 1994 e coordinatrice regionale del partito, per mettere una toppa alle resistenze della Lega sul Sindaco di Cosenza Occhiuto, che era il candidato designato da tempo e che invece adesso è costretto a fare un passo indietro. Senza particolari resistenze perchè con Jole Santelli ha un ottimo rapporto: è la figura che riesce a mettere tutti d’accordo, almeno nella coalizione del centro/destra.

Abbiamo trovato candidati vincenti in tutte le regioni. Entro la settimana ci sarà il quadro su tutto“. Così si è espresso oggi pomeriggio Matteo Salvini, il leader leghista, a proposito dell’esito dell’incontro ad Arcore con gli alleati Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni. L’accordo serviva anche a trovare un nome per il Centrodestra in Calabria. E secondo le nostre indiscrezioni la scelta è proprio quella di Jole Santelli, pur mancando ancora gli ultimi dettagli per definire la candidatura.

E chissà che adesso questa mossa non vada a cambiare anche gli assetti di una sinistra pericolosamente divisa: con Callipo, Oliverio, Aiello e Tansi, al momento sono 4 i candidati a governatore tutti che fanno riferimento all’area di sinistra, che già parte svantaggiata dal fatto di aver (mal)governato la Regione negli ultimi 5 anni e quindi si appresta a riscontrare grandi difficoltà nel consenso elettorale dopo i disastri amministrativi e gli scandali giudiziari che hanno travolto tutti i partiti e in modo particolare il Pd di Oliverio negli ultimi anni. A fronte di un centro/destra unito e con una figura così carismatica come la Santelli, una sinistra estremamente frammentata e già in difficoltà non ha alcuna speranza di giocarsi una partita che – invece – in caso di maggior coesione, potrebbe essere comunque aperta.

Intanto il tempo stringe, le elezioni sono in programma per il 26 Gennaio e con il Natale di mezzo ci sono poche settimane per la campagna elettorale che si prospetta veloce e graffiante.