fbpx

Catania, bancarotta fraudolenta: in arresto l’ex presidente del CDA e il direttore generale di Banca Base

Catania: l’operazione delle Fiamme Gialle, denominata “Fake Bank”, ha consentito di documentare gli illeciti della governance della “fallita” banca etnea

L’ex presidente del CDA e il direttore generale di Banca Base sono state arrestati e sottoposti ai domiciliari, per il fallimento, in concorso con altre 18 persone, della Banca sviluppo economico di Catania, dichiarato dal tribunale civile di Catania nel mese di dicembre del 2018 (confermato in appello nell’aprile 2019).
Le accuse vanno dalla bancarotta fraudolenta, al falso in prospetto, all’ostacolo all’esercizio delle funzioni di vigilanza e all’aggiotaggio. L’operazione delle Fiamme Gialle, denominata “Fake Bank“, ha consentito di documentare gli illeciti della governance della “fallita” banca etnea consistenti in operazioni finanziarie ai danni del patrimonio societario in violazione dei vincoli imposti dall’autorità di vigilanza. Dopo il fallimento Banca Base fu assorbita dalla Banca agricola popolare di popolare di Ragusa.