fbpx

Roma, in piazza per il Global Strike

Roma, 29 nov. – (Adnkronos) – “Tutti insieme famo paura” e “Salva la Terra, cambia il sistema”. Primi slogan e striscioni in piazza della Repubblica a Roma, mentre cominciano ad arrivare i ragazzi che sfileranno per le strade della Capitale per il quarto , evento che si svolgerà in contemporanea in 130 Paesi di tutto il mondo e in oltre 100 città italiane. Da piazza della Repubblica, il corteo proseguirà su via Vittorio Emanuele Orlando, largo di Santa Susanna, via Barberini, piazza Barberini, via Sistina, piazza della Trinità dei Monti, viale della Trinità dei Monti, viale Gabriele d’Annunzio per finire in piazza del Popolo. 
La data del 29 novembre è stata scelta perché cade ad una settimana dalla Cop25, la conferenza Onu sui cambiamenti climatici in programma dal 2 al 13 dicembre a Madrid, in Spagna. Obiettivo dichiarato degli attivisti del movimento Fridays for Future Italia “è far sì che i leader politici dei vari Paesi prendano misure immediate ed efficaci per contrastare la crisi climatica”. 
Gli attivisti hanno messo nero su bianco le loro “richieste per il Fu.Tu.Ro: fuori dal fossile, raggiungimento dello 0 netto di emissioni a livello globale nel 2050 e in Italia nel 2030, per restare entro i +1.5 gradi di aumento medio globale della temperatura; tutti uniti nessuno escluso, la transizione energetica deve essere attuata su scala mondiale, utilizzando come faro il principio della giustizia climatica; rompiamo il silenzio, diamo voce alla scienza, questa riduzione delle emissioni è geofisicamente possibile. La scienza e la tecnologia per questa transizione ci sono”.