Reggio Calabria, esplosione nella notte: feriti 5 Vigili del Fuoco e 6 Poliziotti, tutte le FOTO della macelleria [GALLERY]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Reggio Calabria, le immagini del luogo in cui stanotte s’è verificata l’esplosione che ha ferito 5 Vigili del Fuoco e 6 agenti della Polizia

Grande paura questa notte all’1:20 a Reggio Calabria dove i Vigili del Fuoco e gli agenti della Polizia hanno temuto di vivere una nuova Alessandria. Fortunatamente le conseguenze sono state meno gravi rispetto all’esplosione di Quargnento dove hanno perso la vita tre Vigili del Fuoco, tra cui il reggino Nino Candido. Ma in ogni caso 11 uomini delle istituzioni sono rimasti feriti, seppur in modo non grave.

In via santa Lucia al Torrente un incendio di natura accidentale determinato da un corto circuito, ha interessato un’attività commerciale adibita a macelleria. Sul posto sono intervenuti un’autobotte dei Vigili del Fuoco e gli equipaggi di 3 volanti della Polizia, per mettere in sicurezza la zona e procedere ad eventuali evacuazioni delle unità abitative. Durante le attività praticate dai Vigili del Fuoco per estinguere l’incendio che si stava propagando all’interno del locale, utilizzando un motodisco, si è verificata una deflagrazione, che ha investito sia gli stessi Vigili del Fuoco che i 6 operatori delle Volanti. Hanno riportato tutti ustioni e contusioni, più e meno gravi in base alla vicinanza alla saracinesca, ma nessuno è in pericolo di vita, e non vi sono feriti tra i residenti. I Vigili del Fuoco colpiti dall’esplosione, sono stati trasportati in Ospedale ma curati e già dimessi con delle prognosi che vanno da 5 a 20 giorni, gli stessi Vigili del Fioco in mattinata dovranno ripresentarsi in ospedale per ulteriori accertamenti. Oggi alle 12 il Prefetto incontrerà i Vigili del Fuoco e gli agenti della Polizia feriti ieri notte, accogliendoli in Prefettura per omaggiarli.

Reggio Calabria, Falcomatà: “vicinanza ai Vigili del Fuoco e agli Agenti di Polizia rimasti coinvolti nell’esplosione di stanotte in via Santa Lucia”

“Intendo esprimere la mia personale vicinanza, anche a nome dell’Amministrazione comunale e dell’intera comunità reggina, ai Vigili del Fuoco e agli agenti della Polizia di Stato rimasti coinvolti questa notte nell’esplosione avvenuta in un locale commerciale in via Santa Lucia“. Lo dichiara il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà commentando l’episodio avvenuto in nottata nel quartiere di Sant’Antonio, a ridosso del centro cittadino, durante il quale sono rimasti feriti cinque uomini dei Vigili del Fuoco e due Agenti della Questura di Reggio Calabria. “Episodi come questo – ha aggiunto il sindaco – ci danno la chiara dimensione degli enormi rischi e dei tanti pericoli cui sono esposti questi ragazzi che lavorano quotidianamente per la nostra sicurezza. A loro esprimiamo un pensiero di profonda gratitudine per l’impegno, la passione e la professionalità con i quali svolgono ogni giorno il loro lavoro”.

Esplosione a Reggio Calabria, il presidente Irto: “Grati a vigili e agenti feriti”

“A nome mio e dell’intero Consiglio regionale della Calabria esprimo la profonda gratitudine e l’augurio di una pronta guarigione ai vigili del fuoco e ai poliziotti rimasti feriti nell’esplosione avvenuta durante l’incendio di una macelleria di Reggio”. Lo afferma il presidente dell’Assemblea legislativa calabrese, Nicola Irto, che aggiunge: “Sono vicino alle famiglie dei vigili e degli agenti che, nell’adempimento del dovere, hanno rischiato la vita. Siamo tutti ancora scossi e col cuore a lutto per la tragica morte di Nino Candido, vigile ed eroe reggino, avvenuta poche settimane fa nell’esplosione della cascina di Quargnento. Questo nuovo episodio ridesta quel dolore immane. Ci sono donne e uomini coraggiosi che lavorano spesso in condizioni di estremo pericolo. A ciascuno di loro – conclude Irto – va il nostro grazie, di vero cuore, per quanto fanno ogni giorno per garantirci sicurezza e libertà”.

Reggio Calabria, esplosione nella notte. Pianese (Coisp): “rischiamo vita ogni giorno, politica ci ascolti”

“Quando i Poliziotti e i Vigili del Fuoco scendono in piazza a Roma, davanti Palazzo Montecitorio, e nelle altre città italiane, non lo fanno certo per ‘amor di polemica’. Quanto accaduto a Reggio Calabria, con i colleghi feriti nell’esplosione all’interno di un negozio, è l’ennesima conferma, qualora ce ne fosse bisogno, dei rischi a cui siamo esposti quotidianamente”. Così Domenico Pianese, segretario generale del Sindacato di Polizia Coisp. “Per questo – prosegue – continuiamo a chiedere con forza che le risorse stanziate in manovra per il comparto sicurezza vengano ricalibrate per rispondere alle legittime aspettative delle donne e degli uomini in divisa. Mancano all’appello almeno altri 40 milioni per il riordino delle carriere, 1 miliardo in più di quanto previsto per il rinnovo del contratto, e finanziamenti per nuove assunzioni e equipaggiamenti. Senza tutto questo, meglio evitare anche le vuote esternazioni di solidarietà”, conclude.

Esplosione a Reggio Calabria, Fsp Polizia vicina ai feriti: “Donne e uomini del Comparto rischiano la vita, spesso trascurati”

“Esprimiamo tutta la nostra solidarietà e vicinanza ai vigili del fuoco e ai poliziotti rimasti feriti nell’esplosione avvenuta a Reggio Calabria. Speriamo che tutti possano rimettersi al più presto, pur sapendo che i traumi dovuti a questi eventi non passano mai. Poteva essere una tragedia enorme, proprio come purtroppo è accaduto a Quargneto, ma anche questo ennesimo episodio conferma quanto insormontabili e insidiosi siano i rischi che donne e uomini appartenenti al Comparto Sicurezza e Soccorso pubblico corrono quotidianamente per tutelare cittadini e istituzioni”. Lo afferma Valter Mazzetti, Segretario Generale dell’Fsp Polizia di Stato, dopo l’esplosione avvenuta a Reggio Calabria in cui sono rimasti feriti 4 vigili del fuoco e 6 poliziotti. “Un Comparto flagellato letteralmente da morti e feriti, che in questo anno atroce ancora piange fratelli caduti in ogni Corpo, ma che nonostante ciò finisce sempre in fondo all’agenda politica di Governi superficiali e irresponsabili. Donne e uomini che dedicano la propria vita alla sicurezza degli italiani e ancora lottano per ottenere condizioni minime che garantiscano il rispetto della loro dignità di persone e di professionisti, fra promesse non mantenute e impegni fumosi che non portano a fatti. Sono i peggio trattati del continente e tirano a campare con organici insufficienti, senza mezzi, per quattro spiccioli che rappresentano un’offesa per chi, ancora, è disposto a perdere anche la vita in un giorno qualunque, nel più comune degli interventi, pur di tenere fede al proprio dovere. ‘Non ci sono i soldi’ è l’unica cantilena che continuiamo a sentire, e intanto la gente in divisa muore o resta ferita”, conclude.

Esplosione a Reggio Calabria, De Stefano: “vicinanza e solidarietà ai colleghi della Polizia di Stato, dei Vigili del Fuoco e di tutte le forze dell’ordine  che quotidianamente operano, in condizioni non sempre ottimali”

“Negli ultimi tempi, con frequenza sempre maggiore si sono verificati gravi episodi che hanno coinvolto appartenenti alle forze dell’ordine, che quotidianamente mettono a rischio la propria incolumità personale   per garantire la sicurezza dei cittadini. Ciò che fa riflettere è che gli episodi in questione non fanno riferimento a situazioni eccezionali ma si configurano durante interventi di ”routine” che si propongono ordinariamente e che vengono affrontati e risolti con la grande professionalità che contraddistingue gli operatori che stanno su strada“. E’ quanto scrive in una nota il segretario generale provinciale del Sindacato Italiano Unitario Lavoratori della Polizia di Stato, Giuseppe De Stefano. “Tuttavia la casualità o eventi non prevedibili possono trasformare ordinarie giornate lavorative in episodi tragici, come quelli  di Alessandria e Trieste. Questa notte alcuni Vigili del Fuoco ed alcuni colleghi della Sezione Volanti della Questura di Reggio Calabria, nel corso di un intervento presso un esercizio commerciale sito in via S. Lucia sono rimasti lievemente feriti a causa di una esplosione, generata verosimilmente da una bombola di gas. Solo il caso ha voluto che la vicenda non assumesse connotati drammatici. Non possiamo che esprimere vicinanza e solidarietà, ai colleghi della Polizia di Stato, dei Vigili del Fuoco e di tutte le forze dell’ordine  che quotidianamente operano, in condizioni non sempre ottimali”, conclude.

Wanda Ferro (Fdi): “solidarietà ai vigili e poliziotti feriti a Reggio Calabria”

“Esprimo la vicinanza mia e di Fratelli d’Italia ai quattro vigili del fuoco e ai sei agenti della Polizia di Stato rimasti feriti per l’esplosione di una bombola di gas, durante l’intervento di spegnimento di un incendio in una macelleria a Reggio Calabria. Auguro loro una pronta guarigione”. E’ quanto afferma il deputato di Fdi Wanda Ferro, componente della Commissione Difesa, che prosegue: “Per fortuna stavolta è stata evitata una più grave tragedia, ma l’episodio conferma quali gravi rischi affrontano ogni giorno le donne e gli uomini che prestano il proprio servizio nel comparto Sicurezza, Difesa e Soccorso pubblico. Operatori che non esitano a mettere a rischio la propria vita per difendere ed aiutare i loro concittadini, e che spesso sono costretti ad operare con mezzi scarsi ed inadeguati, con turni massacranti a causa delle carenze di organico, senza condizioni adeguate a garantire la dignità e la sicurezza del lavoro. Credo che, oltre alle dichiarazioni di circostanza e ai buoni propositi, sia necessaria la giusta attenzione da parte del governo verso chi indossa la divisa, e ciò significa investire sul personale e sulle dotazioni, e soprattutto assicurare la massima tutela a chi con grandi sacrifici e assumendosi rischi enormi lavora ogni giorno per garantire la sicurezza dei cittadini”, conclude.

La Fp Cgil e la Cgil Calabria: “vicini ai vigili del fuoco ed ai poliziotti feriti a Reggio Calabria”

“Non ci sono più parole, ennesimo incidente la notte scorsa a Reggio Calabria, durante un intervento di soccorso per incendio macelleria in Via S. Lucia, sono rimasti feriti ben cinque vigili del fuoco e due poliziotti, per fortuna stavolta le condizioni dei feriti non sono gravi. L’episodio di questa notte fa il paio con i due colleghi morti a Catania ed i tre colleghi morti a Quargnento (Alessandria), nell’anno in corso per i lavoratori del Corpo Nazionale è stato un vero e proprio bollettino di guerra”, scrivono in una nota la a FP CGIL regionale e territoriale e la CGIL Calabria. “Esprimiamo -prosegue la nota- piena solidarietà ai Vigili del Fuoco ed ai Poliziotti rimasti feriti a Reggio Calabria, a tutti i lavoratori e le lavoratrici, in questi tragici momenti la vicinanza del sindacato. Non ci si può esimere però dal dover ribadire e puntualizzare la situazione sempre più precaria in cui versa il Corpo dei Vigili del Fuoco, non solo per l’esiguità delle risorse messe a disposizione da parte del Governo per una reale valorizzazione degli stipendi e una maggior tutela e garanzia per gli infortuni e le malattie professionali. A tal fine giova ricordare che CGIL, CISL e UIL hanno intrapreso una importante battaglia con una lunga serie di iniziative di protesta a seguito della proclamazione dello stato di agitazione unitario per rivendicare: Una valorizzazione effettiva dal punto di vista retributivo e previdenziale del lavoro, unico ed insostituibile, dei Vigili del Fuoco; Una maggior tutela e garanzia per gli infortuni e le malattie professionali tipiche del lavoro dei Vigili del Fuoco; Un riconoscimento reale della specificità e dell’alta professionalità dei Vigili del Fuoco; Risorse adeguate per il rinnovo del contratto di lavoro; Potenziamento degli organici del Corpo Nazionale finalizzato a diffondere il servizio sul territorio e a tutela della sicurezza dei Vigili del Fuoco; la protesta continua con le prossime mobilitazioni già annunciate con ben quattro giornate di sciopero la prima il 21 novembre, il 2 il 12 ed il 21 dicembre. Comunque, non ci sono più parole, ribadiamo la solidarietà e la vicinanza a tutti i lavoratori del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ed alle loro rispettive famiglie”, conclude.

I sindacati: “in questi ultimi tempi le drammatiche circostanze, ampiamente riportate dalla cronaca, hanno ancora di più coinvolto e stretto i Vigili del Fuoco, a tutti gli appartenenti alle altre Forze dell’ordine”

“La solidarietà non è la condivisione di un sentimento “astratto”, al contrario la puoi sentire, toccare a volte vedere negli occhi di chi, per talune circostanze non trova, o forse più semplicemente non esistono, le parole più adatte per poterla esprimere. Purtroppo in questi ultimi tempi le drammatiche circostanze, ampiamente riportate dalla cronaca, hanno ancora di più coinvolto e stretto, noi Vigili del Fuoco, a tutti gli appartenenti alle altre Forze dell’ordine”. E’ quanto scrivono in una nota, Megali, Fp Cgil VVF, Stilo, Fns Cisl VVF, Pontari, Conapo, Canale, Confsal VVF. “Abbiamo apprezzato e condividiamo, la solidarietà manifestata dai lavoratori della Polizia di Stato attraverso la nota dei loro rappresentanti sindacali del SIULP. I Vigili del Fuoco molto spesso si trovano a lavorare e a collaborare con gli operatori di tutte le Forze dell’Ordine e anche la scorsa notte, come spesso accade soprattutto nelle ore notturne nella nostra città, si trovavano ancora una volta gomito a gomito in quello che sembrava in effetti un intervento di “routine”, ma l’imponderabile è sempre in agguato e solo “il Caso” ha voluto che tutto ciò non si tramutasse in una ennesima tragedia. Moltissime altre, anzi fortunatamente la maggior parte, sono invece le circostanze in cui episodi che potevano assumere risvolti drammatici, rimangono soltanto una brutta esperienza o un brutto ricordo, senza gravi conseguenze, solo grazie alla sinergia messa in campo da tutti gli operatori della sicurezza. Esprimiamo ai colleghi della Polizia di Stato rimasti feriti, il nostro augurio di pronta guarigione, la nostra solidarietà e gratitudine, ai colleghi di tutti i Corpi dello Stato che quotidianamente operano con noi per la sicurezza dei cittadini. Certi che queste vicende servano a rafforzare ancora di più il nostro senso del dovere e l’appartenenza alle nostre divise”, concludono.

Reggio Calabria, Vigili del Fuoco e Poliziotti feriti da esplosione nella notte. Il Prefetto: “tragedia sfiorata, potevano morire in tanti” [FOTO e VIDEO INTERVISTE]


Valuta questo articolo

Rating: 3.0/5. From 3 votes.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE