Reggina-Rende, Toscano in conferenza: “inizia un momento chiave, fino al 22 dicembre dobbiamo provare a consolidarci”

Conferenza stampa della vigilia per il tecnico della Reggina Domenico Toscano: queste le sue parole dalla sala stampa del Granillo

Due settimane turbolente, in cui poco si è parlato di calcio giocato. Dopo “viaggi della speranza”, partite vinte a tavolino e botta e risposta a suon di comunicati, la Reggina torna a giocare. Si è fermata (costretta) per una settimana, comunque vincendo. E domani vuole continuare a fare quello che ha fatto finora: vincere, ancora. Nell’anticipo del sabato, al Granillo arriva il Rende per un testacoda “trappola”. Il derby calabrese mette di fronte a De Rose e compagni i biancorossi del presidente Coscarella, in leggera ripresa dopo un avvio negativo.

Di questo ha parlato, nella conferenza stampa della vigilia, il tecnico amaranto Domenico Toscano, che ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del Granillo. “E’ la prima volta che ci rincontriamo con il Rende, conosco tanta gente”. Poi sulla partita: “il Rende è una squadra in salute, dobbiamo alzare le antenne nonostante il divario in classifica, serve grande attenzione, da oggi fino al 22 dicembre sarà un momento importante con l’obiettivo di consolidare questi numeri, non dobbiamo calare di tensione. Il Rende è migliorato da quando ha cambiato allenatore, sono rientrati calciatori importanti, dobbiamo essere attenti e concentrati”. 

“L’atteggiamento del Rende è diverso da quello del Picerno, sarà una partita diversa, le valutazioni sulla formazioni le faremo domani. Non prendo in considerazione i numeri degli anni scorsi, è una partita da prendere con le molle, niente è scontato, non dobbiamo sottovalutare l’avversario. Il 22 dicembre sarà il primo traguardo per tirare le prime somme, anche chi è staccato adesso può pensare di recuperare terreno. Mi aspetto una grande risposta dal pubblico, è anche un derby, mi auguro un pubblico numeroso. Doumbia ha fatto una grande partita contro la Casertana, è entrato bene in campo, sono contento. Paolucci? Vedremo”. Su Rubin. “ha recuperato ma non voglio rischiarlo. Non guardiamo i punti di vantaggio sugli avversari”.