Potenza-Reggina, il presidente Caiata non ci sta: “offeso a casa mia! E sull’arbitro…”

caiata potenza Fabio Cimaglia/LaPresse LaPresse/Fabio Cimaglia

Il presidente del Potenza Caiata non ha lesinato le critiche all0arbitro e ad alcuni calciatori della Reggina per quanto accaduto ieri

La Reggina ha dominato in casa del Potenza, vincendo con un netto 3-0 sulla squadra lucana. Il presidente Caiata però ha visto le cose in maniera decisamente diversa, inveendo contro tutto e contro tutti nel post partita. Le parole del patron del Potenza sono state dure, contro alcuni atteggiamenti amaranto ed anche contro la direzione arbitrale: “Reggina la squadra migliore degli ultimi anni? Una grande ca**ata. Non guardiamo solo il risultato. Corazza 2-0 Potenza. Faccio i complimenti a Corazza. Nel primo tempo ha giocato solo il Potenza. La Reggina ha fatto pochissimo. Ha tirato in porta solo in occasione dei goal. Se giocare bene vuol dire giocare di ripartenza, allora sono d’accordo con voi. Se quando gioca la Reggina tutti hanno da ridire, facciamoci delle domande. Siamo stati offesi in casa nostra, sono stato attaccato in campo”.

Ma non è tutto, Caiata prosegue: “Non sopporto di essere trattato male in casa mia. Offendere non lo consento. Bellomo ha esultato, un altro invece mi ha offeso a me ed altro. Non è stato neanche ammonito. Sul risultato ha inciso l’arbitro, la prestazione arbitrale è sotto gli occhi di tutti. Nel primo tempo si è giocato solo coi gomiti, c’era un rigore per il Potenza non dato ed un rosso per la Reggina non dato. I tagli non si fanno da soli. La Reggina è una grande squadra, questa roba inficia la prestazione. Lungi da me dal dire che la vittoria non è merita. Oggi ho visto uno spettacolo indecente, chi vince non ha il diritto di offendere”. Rabbia comprensibile da parte del presidente, dire che la Reggina non abbia meritato è però un affronto al calcio, dato che il Potenza non ha calciato in porta per tutto il secondo tempo. Ma tant’è, il calcio è opinabile…


Valuta questo articolo

Rating: 2.5/5. From 2 votes.
Please wait...


INFORMAZIONI PUBBLICITARIE