fbpx

‘Ndrangheta, operazione Cerbero: scarcerato Antonio Barbaro

‘Ndrangheta: annullata l’ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di Antonio Barbaro

Il Tribunale del Riesame di Torino, La Gatta Presidente, ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di Antonio Barbaro, di 33 anni, ristretto presso la casa circondariale di Locri a far data dal 6 novembre u.s., poiché ritenuto gravemente indiziato di delitti in materia di sostanze stupefacenti, presuntivamente commessi a Pavia nel 2016, considerati dal Gip di Torino Dott. Luca Fidelio connessi alle attività delittuose delle cosche Barbaro e Agresta operanti nel torinese. Tuttavia, in accoglimento del riesame proposto dall’ avv. Sebastiano Pipicella e dall’avv. Alessandro Bavaro, il Tribunale del Riesame ha dichiarato la propria incompetenza territoriale, negando la connessione teologica tra le presunte attività delittuose contestate a Barbaro Antonio cl. 86 e le associazioni contestate ad altri soggetti, ex art. 416 bis c.p. nonché 74 DPR 309 /90. Il Tribunale ha tuttavia trasmesso gli atti alla procura per quanto di competenza, ordinando la perdita di efficacia della misura cautelare in atto e l’immediata scarcerazione di Barbaro, se non detenuto per altra causa, indicando in quarantacinque giorni il termine per il deposito della motivazione.