fbpx

Muro Berlino: ‘comunismo ancora vivo, appello per processo Norimberga’

Roma, 7 nov. (Adnkronos) – A trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino, “il comunismo è ancora vivo, l’utopia comunista continua ad infettare i media, la cultura, la politica e anche ambienti ecclesiastici”. Per questo serve una Norimberga del comunismo, non un processo giuridico-legale, ma la “consacrazione civile, culturale, storico, morale di uno dei regimi più illiberali e sanguinari della storia dell’umanità, alcuni dei quali ancora presenti”. A lanciare l’iniziativa i partiti del centrodestra, insieme agli studiosi Renato Cristin, Roberto De Mattei e Dario Fertilio, che con l”Appello per una Norimberga del comunismo’ riprendono l’idea che Vladimir Bukovsky, scomparso recentemente, aveva concepito una decina d’anni fa insieme ad altri studiosi e politici dell’Europa orientale.
“Una proposta provocatoria ma estremamente significativa”, sottolinea Adolfo Urso, di Fratelli d’Italia, che riguarda una questione che “non è un argomento del passato, alla luce delle notizie che da 35 settimane giungono da Hong Kong”. A dimostrazione, fa eco Vito Comencini, della Lega, che “ancora esistono dei regimi che si ispirano all’ideologia comunista”, che ha sempre goduto, lamenta Lucio Malan, di Forza Italia, della “benevolenza della classe intellettuale italiana”.
Viceversa, “fare i conti con questo passato -aggiunge l’esponente azzurro- sarebbe un vantaggio anche per la sinistra di oggi”, perchè, sottolinea Fertilio, “c’è bisogno di redimere almeno quella parte della sinistra che è disponibile a redimersi”.