fbpx

Milano: corruzione all’ortomercato, arresto per ex dg Sogemi

Milano, 19 nov. (Adnkronos) – E’ Stefano Zani, l’ex dg della Sogemi, partecipata del Comune che gestisce l’ortomercato di Milano, il dirigente pubblico arrestato dalla polizia per corruzione nell’inchiesta sulle ‘regalie’ in cambio di commesse all’ortomercato di Milano. Le attività di indagine della Squadra Mobile di Milano hanno preso spunto dalla denuncia presentata, nel mese di febbraio 2018, da un dipendente della Sogemi addetto alle attività ispettive, nei confronti dei due referenti del consorzio Ageas.
Insieme a Zani, 53 anni, sono stati arrestati Giorgio Gnoli, 62enne originario di Milano, e Vincenzo Manco, 54enne, originario di Taranto, amministratori occulti del consorzio di cooperative concessionario per le attività di facchinaggio all’interno dell’Ortomercato.
L’attività corruttiva nei confronti di Zani è andata avanti per lungo tempo, dopo i primi approcci nel gennaio del 2018: consisteva in un rapporto continuato, fatto di regali di vario genere, per consentire ai due imprenditori di operare in spregio a tutte le norme in materia di appalti, che avrebbero permesso loro di acquisire commesse di facchinaggio all’interno dell’ortomercato.