fbpx

Reggio Calabria: gli studenti del Liceo Vinci nel progetto “A-ndrangheta, progettiamo una città senza crimine”

Liceo Vinci progetto A-ndrangheta

Mercoledì presso il Liceo Vinci di Reggio Calabria la presentazione del progetto “A-ndrangheta, progettiamo una città senza crimine”

Mercoledì 27 Novembre, con inizio alle ore 11:00, presso l’Aula magna del Liceo Scientifico L.da Vinci, avrà luogo la presentazione del Progetto “A-ndrangheta-Progettiamo un città senza crimine”, Laboratorio degli studenti per non emigrare. Il progetto, promosso a livello provinciale dal Questore di Reggio Calabria, Dott. Maurizio Vallone, e al quale ha dato la disponibilità della scuola da lei diretta la dinamica preside del “Leonardo da Vinci” Giuseppina Princi, si inserisce nel quadro di una sempre più efficace promozione tra i giovani della cultura della prevenzione, e si realizzerà con l’ausilio dei tutor designati alle scuole. Tutor del progetto designato dalla Questura per il Liceo da Vinci sarà il Dott. M. Luciano Rindone -Vicequestore Dir.te dell’UPGSP di Reggio Calabria, tutor del liceo le proff. Federica Orsini e Caterina Di Leo

A tal proposito la preside Princi motiva così l’adesione all’iniziativa progettuale: “ L’idea, promossa dal Questore Dott. Vallone, ha un alto valore dal punta di vista sociale e formativo perché opera fattivamente sulla costruzione di un’identità aliena dai processi di decostruzione di una coscienza civile operante sul nostro territorio come subcultura della prevaricazione, nota caratteristica e distintiva della malavita e della delinquenza. Il nostro liceo opera in tal senso, da molti anni, nella convinzione che una vita diversa e migliore nella nostra città è possibile e che il fenomeno della emigrazione giovanile forzata verso presunti paradisi debba trovare un argine, perché è dai giovani che il futuro può avere inizio già oggi. In questa direzione vanno le nostre energie che trovano un punto di applicazione sistematico attraverso le progettualità innervate nel tessuto connettivo della nostra offerta formativa, che vengono approntate sinergicamente con tutte le Istituzioni operanti sul territorio”.

Il progetto, nello specifico, proposto a ben 32 scuole del territorio, rappresenta un mezzo di diffusione della cultura della legalità tra i giovani in un percorso biennale, rivolto alle quarte classi, ed è finalizzato alla comprensione di come può essere bella la vita in una città senza criminalità ed alla realizzazione di progetti concreti che possano contribuire a rendere migliore il quotidiano cittadino. La Polizia di Stato curerà anche l’apertura di piattaforme social Facebook e Instagram, sulle quali i ragazzi potranno esprimersi pubblicando i loro lavori, che verranno valutati nell’ambito del progetto finale per la loro reale fattibilità e fruibilità.

Nel corso del primo incontro, incentrato sulla tematica delle dipendenze “Contro droga, alcool, e ludopatia e per la sicurezza stradale e ferroviaria”, interverranno il Dott. Michele Zoccali, Direttore DSMD -Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze- ASP ReggioCalabria; il Dott. Paolo Costantino, Dir.te medico UOC – Unità Operativa Complessa – di Medicina e Chirurgia di Accettazione e di Emergenza, GOM Bianchi Melacrino Morelli; la Dott.ssa Maria Grazia Milli, Primo Dirigente della Polizia di Stato Dirigente della Sezione di Polizia Stradale di Reggio Calabria; la Dott.ssa Dominella Quagliata psicologa e psicoterapeuta, presidente Nazionale PLP. Importante momento sarà costituito dalla testimonianza dei ragazzi inseriti in comunità di recupero introdotti da un referente della Comunità EXODUS di don Antonio Mazzi, a cui seguirà la consuetudinaria fase della “parola agli studenti” per un confronto dialogico aperto a riflessioni e domande. L’iniziativa al liceo da Vinci si inquadra nella più ampia cornice di un’azione continua e sistematica per la diffusione tra i giovani della cultura della legalità e della cittadinanza attiva attraverso protocolli istituzionali con le significative realtà istituzionali operanti nel nostro territorio, come Università, Procura, Tribunale, Tribunale dei minori, e Associazioni. Ed è in cantiere già
l’appuntamento di gennaio col Ministro Fioramonti per la presentazione del volume “Semi di futuro. A scuola per la democrazia la giustizia e il diritto”, di cui lo stesso ha curato l’introduzione, frutto della sinergia tra il Liceo “L. da Vinci”, l’Università Mediterranea e la Procura di Reggio Calabria.