fbpx

Ex Ilva: Palombella, ‘ora A.Mittal ritiri procedura recessione e rispetti accordi’

Roma, 19 nov. (Adnkronos) – “Grazie alla grande sensibilità del presidente della Repubblica ieri si è svolto l’incontro con i segretari di Cgil Cisl e Uil. La vertenza Ilva ha assunto le caratteristiche di uno scontro politico, un quotidiano tritacarne che ha estremizzato le posizioni mettendo a rischio il risanamento ambientale, 20mila lavoratori e il futuro di uno dei settori strategici per l’Italia”. Così Rocco Palombella, il segretario generale Uilm, durante il suo intervento a Omnibus su La 7.
“Non è vero – dichiara il leader Uilm – che ArcelorMittal è venuta in Italia per chiudere l’Ilva perché per acquisire gli stabilimenti italiani ha venduto sei siti europei, è subentrata al posto di una società di fatto fallita, ha investito 320 milioni di euro per le coperture dei parchi minerali e altri interventi di ambientalizzazione e ha garantito gli stipendi dopo l’accordo del 6 settembre 2018”.
Negli ultimi mesi, aggiunge, “la multinazionale ha portato avanti tante azioni intollerabili ma contestualmente la politica ha posto tutte le condizioni perché l’azienda arrivasse a dichiarare il proprio ingiustificato disimpegno”.